Boris Johnson si è sposato in gran segreto: chi è la terza moglie

Il premier Boris Johnson si è sposato in gran segreto: in questo articolo vi diciamo chi è la sua terza moglie

boris johnson moglie
Boris Johnson, chi è la terza moglie (Fonte: Instagram)

Boris Johnson è il primo ministro del Regno Unito dal 24 luglio 2019. Egli è inoltre il leader del Partito Conservatore e per due anni è stato sindaco di Londra, oltre ad essere stato Segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth dei governi May I e II.
Johnson si è sposato ben tre volte: la prima nel 1987 con Allegra Mostyn-Owen, figlia dello storico dell’arte William Mostyn-Owen e della scrittrice italiana Gaia Servadio. In seguito, nel 1993, si è risposato con Marina Wheeler, avvocato e figlia del giornalista Charles Wheeler e di una donna indiana sikh, Dip Singh. Da questo matrimonio sono nati quattro figli: due femmine, Lara e Cassia, e due maschi, Milo e Theodore. Il quinto figlio di Johnson è nato nel 2009 da una relazione extraconiugale con la consulente d’arte Helen MacIntyre. Nel settembre 2018 Johnson e Marina Wheeler hanno annunciato la separazione, già avvenuta mesi prima, e hanno avviato il processo di divorzio. Di recente, Johnson è convolato a nozze per la terza volta con Carrie Symonds.

Chi è la terza moglie di Boris Johnson

La storia d’amore tra Boris Johnson e Carrie Symonds fu rivelata dai tabloid britannici poco dopo la fine del matrimonio con Marina Wheeler. Carrie ha 33 anni ed è più giovane di ventiquattro anni rispetto a Johnson. In precedenza è stata la prima compagna non sposata di un primo ministro a risiedere in 10 Downing Street. La loro relazione è divenuta ufficiale il 29 febbraio 2020, quando hanno annunciato anche di essere in attesa di un bambino, nato il 29 aprile 2020. Di recente, la coppia è convolata a nozze con una cerimonia privata. Secondo quanto riportano i media britannici, la cerimonia si sarebbe svolta nella cattedrale di Westminster una cerimonia davanti a pochi amici e familiari.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Boris Johnson (@borisjohnsonuk)