Yara Gambirasio, drastica decisione della Corte D’Assise su Bossetti: è accaduto in queste ore

Yara Gambirasio, la Corte D’Assise ha preso una drastica decisione: ha negato a Massimo Bossetti l’accesso ai reperti del processo.

Yara Gambirasio Bossetti
Yara Gambirasio, la decisione della Corte D’Assise su Massimo Bossetti. Fonte Foto: screenshot video

L’omicidio di Yara Gambirasio è uno dei casi di cronaca cara che ancora adesso, a distanza di anni, continua ad avere i riflettori puntati su di sé. Proprio in queste ultime ore, ad esempio, si sta parlando della drastica decisione che la Corte D’Assise di Bergamo ha preso su Massimo Bossetti, attualmente condannato all’ergastolo per l’uccisione della tredicenne, di poter accedere ai reperti del processo. Prima, però, di spiegarvi cosa sta accadendo in queste proprio in questi giorni e, soprattutto, qual è stata la decisione della Cassazione, facciamo un piccolo passo indietro. E ripercorriamo la storia di Yara Gambirasio.

Leggi anche –> Denise Pipitone, spuntano altre intercettazioni tra Jessica e Anna Corona: “Hai dichiarato che eri in casa?”

Era esattamente il 26 Novembre del 2010 quando Yara Gambirasio, dopo essersi recata presso la palestra del suo paese per la classica lezioni di ginnastica, spariva completamente nel nulla. Rimasta al centro fino alle 18:40 di quella sera, le tracce della giovanissima tredicenne sono completamente diventate pari a zero. È soltanto dopo mesi e mesi di ricerca che, purtroppo, il suo corpo viene ritrovato all’interno di un campo.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui

Yara Gambirasio, la Corte D’Assise nega a Massimo Bossetti l’accesso ai reperti: ultim’ora

Dopo esattamente tre mesi dalla scomparsa di Yara Gambirasio, quindi, il suo corpo viene ritrovato privo di vita all’interno di un campo a Chignolo d’Isola. Da quel momento, parte la “caccia” all’uomo che l’ha uccisa. È proprio il 16 Giugno del 2014, infatti, che viene arrestato Massimo Bossetti, un muratore incensurato.

Dal momento dell’arresto di Massimo Bossetti sono passati poco meno di sette anni, lo sappiamo benissimo. L’uomo, infatti, è attualmente ancora in carcere. Ed è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio della giovane Yara Gambirasio.

In queste ultime ore, però, i riflettori sono nuovamente puntati sul caso. Proprio nella giornata di oggi, Giovedì 3 Giugno, la Corte d’Assise di Bergamo ha preso un’importante decisione su Bossetti. Da quanto si apprende dal web, sembrerebbe che sia stato definitivamente negato a Massimo di poter accedere ai reperti del processo.

Yara Gambirasio Bossetti
Fonte Foto: screenshot video

La Corte D’Assise di Bergamo, quindi, ha definitivamente rigettato le richieste di Massimo Bossetti di poter accedere ai reperti del processo per l’omicidio di Yara Gambirasio.