Diletta Leotta, spiacevole episodio: “Contro la violenza”

Spiacevole episodio per Diletta Leotta, solo adesso la conduttrice ha deciso di raccontarlo: cos’è successo

diletta leotta episodio
Diletta Leotta, spiacevole episodio: cos’è successo alla conduttrice di Dazn (Fonte: Instagram)

La Leotta è una delle conduttrici più famose ma soprattutto più affascinanti del mondo dello spettacolo e della televisione italiana. La sua carriera è iniziata a Sky, dove ha condotto per alcuni anni il programma dedicato alla serie cadetta, e successivamente si è trasferita a Dazn, nuovo servizio a pagamento di video streaming online, divenendo il volto di punta dell’azienda. La Leotta lavora anche in radio ed è stata una delle co-conduttrici della settantesima edizione del Festival di Sanremo.

Diletta Leotta, triste episodio: cos’è successo

Lavorando come giornalista a bordo campo durante le partite commentate per Dazn, la Leotta è stata spesso oggetto di cori da parte delle tifoserie. Nel corso di una partita svolta allo stadio di Napoli, la Leotta fu oggetto di cori abbastanza sgradevoli da parte di una sparuta minoranza di tifosi azzurri.

La conduttrice ha parlato per la prima volta di quell’episodio a Venus Club, dichiarando: Mi trovavo a Napoli, allo stadio Diego Armando Maradona, e c’è stato un coro da parte di pochissimi tifosi che hanno detto delle cose molto poco carine, che una donna non dovrebbe mai sentirsi dire” – poi ha aggiunto – “Ho reagito sempre con il sorriso, ma in maniera molto ferma e dura perché sono contro ogni tipo di violenza: che sia razziale, che sia sessismo, che sia contro una donna, che sia contro chiunque”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 🌸Diletta Leotta🌸 (@dilettaleotta)

Un episodio spiacevole che la conduttrice avrà sicuramente messo alle spalle. Tale episodio inoltre non ha influito sul rapporto della Leotta con le tifoserie italiane: “Con i tifosi ho, però, un rapporto bellissimo” – ha dichiarato – “Senza di loro, non è calcio. Ormai è da quasi un anno che devo entrare negli stadi vuoti ed è molto difficile commentare una partita senza un elemento così importante come il pubblico. Mi manca molto”.