Non ci crederete ma sono due personaggi amatissimi: guardate bene, qui erano ragazzini

Sono due personaggi amatissimi, ma qui erano solo due ragazzini: non ci crederete ma sono proprio loro, ecco chi

personaggi amatissimi
Sono due personaggi amatissimi, ma qui erano solo due giovani: li riconoscete? (Fonte: Facebook)

In questa foto erano solo due ragazzini e probabilmente non sapevano cosa li aspettasse. Oggi sono due personaggi amatissimi dal pubblico italiano. Di strada ne hanno fatta, ma ancora oggi sono due migliori amici e condividono insieme gioie e tristezze. Non avete capito di chi stiamo parlando? Ve lo diciamo di seguito in questo articolo dedicato proprio a loro due.

Qui erano due ragazzini: oggi sono due personaggi amatissimi

Per chi non li avesse riconosciuti, nella foto sopra sono ritratti Giorgio PanarielloLeonardo Pieraccioni. I due amici, insieme a Carlo Conti, formano un trio inseparabile e soprattutto di successo. Giorgio e Leonardo hanno iniziato la carriera insieme negli anni ottanta. I due si sono conosciuti a Firenze, dove Panariello si esibiva insieme ad un gruppo denominato i Lambrettomani. Formano insieme a Carlo Conti il trio chiamato Fratelli d’Italia, dal nome dello spettacolo che in Toscana furoreggia nei teatri.


Dopo i successi televisivi ottenuti su Teleregione Toscana e Canale 10, i due approdano al cinema, entrando nella scuderia dei comici italiani degli anni novanta. I due hanno spesso recitato insieme. Come dimenticare le interpretazioni in Ti amo in tutte le lingue del mondoUn fantastico via vai, entrambi diretti dallo stesso Pieraccioni.
Negli anni scorsi inoltre, sempre insieme a Conti, sono tornati a riempire i palazzetti e i teatri di tutt’Italia con il loro bellissimo spettacolo.

Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni sono una delle coppie più collaudate del mondo dello spettacolo e soprattutto del cinema. La foto sopra riportata è stata pubblicata dallo stesso Panariello, che nella didascalia aggiunge: “Quest’estate si torna in scena! Non vedo l’ora. Mentre sto lavorando a “Panariello Story” tornano a galla battute, aneddoti, episodi della mia gioventù. E anche qualche bischero”.