Achille Lauro, il retroscena sulla mamma spunta fuori solo ora: “Mi trovò così in camera”

Achille Lauro a Domenica In ha svelato un retroscena sul suo passato: sua mamma lo trovò così quando era piccolo!

achille lauro mamma
Il retroscena di Achille Lauro sul suo passato

Achille Lauro è ormai diventato una vera e propria star in Italia. Cantautore e rapper italiano, è anche un celebre volto televisivo: è uno dei concorrenti di Celebrity Hunted 2021 ed in passato è stato anche in ‘gara’ a Pechino Express. Oggi ascoltiamo in radio la sua hit estiva, Mille, con Orietta Berti e Fedez: amato e seguito da milioni di italiani, la sua passione sin da bambino era per la musica. Nell’ultima puntata di Domenica In, la scorsa domenica 27 giugno, Lauro è stato ospite della sua ‘zietta’ Mara Venier: tra i due c’è un rapporto speciale e il cantante ha deciso di raccontare qualche piccolo retroscena sulla sua vita alla conduttrice di Rai Uno.

Segui anche il nostro canale INSTAGRAM: vi regaliamo scoop, meme e intrattenimento! CLICCA QUI

Achille Lauro, il retroscena sulla mamma spunta fuori solo ora: “Mi trovò così in camera”

Achille Lauro è stato ospite di Domenica In lo scorso 27 giugno: nell’ultima puntata dello show condotto da Mara Venier, il celebre cantante ha raccontato un po’ di sé, della sua vita. L’artista ha lavorato duro per conquistare il successo che ha oggi: “Il successo che ho ottenuto non è una cosa improvvisa, perché le storie di successo nascondono sempre impegno e dedizione. E’ stato un mattoncino alla volta, alle volte è dura. Fare un percorso non standard, il classico, è sempre una scommessa, soprattutto per una generazione che guarda poco al futuro come la nostra” ha raccontato.

Leggi anche Achille Lauro, chi è il fratello Fet: anche lui nel mondo della musica, notate la somiglianza?

Achille Lauro ha poi svelato un retroscena di quando era piccolo e scoprì la sua passione per la musica: “A undici, dodici anni mia madre mi trovava in camera mentre scrivevo poesie e testi che raccontavano di me. Capivo chi ero, mi conoscevo. In quel momento non era musica, ma vita. Ho avuto la fortuna di capire subito cosa mi piacesse fare”.