Rudy Zerbi, terribile episodio all’ospedale: il racconto è da brividi

Rudy Zerbi ha raccontato a Vanity Fair qualche anno fa il terribile momento vissuto in ospedale quando nacque il suo ultimo figlio, Leo.

Rudy Zerbi ospedale
Rudy Zerbi, terribile episodio vissuto all’ospedale: il racconto è da brividi (Instagram)

Una carriera all’insegna della musica, una passione che lo ha portato a diventare un famosissimo critico, conduttore radiofonico, produttore discografico e dj oltre che un volto noto della tv. Rudy Zerbi oggi ha 52 anni e la sua vita sia professionale che privata è stata molto intensa finora. Diventato talent scout e produttore della Sony Music, ha intervistato tanti artisti internazionali ed ha collaborato con tantissimi cantanti famosi tra cui Gianni Morandi, Mina, Renato Zero, Adriano Celentano.

Leggi anche—->>>Rudy Zerbi, il dramma: non riesce a dormirci la notte, lo svela lui stesso

Da anni lo vediamo nei ruoli di Amici di Maria De Filippi e giudice di Italia’s Got Talent ed è uno dei personaggi più amati della tv. Sul versante sentimentale, Zerbi ha avuto quattro figli da tre diverse compagne: due con l’ex moglie Simona, uno con la nipote di Gianni Morandi e l’ultimo, Leo, con l’attuale compagna, l’architetto di origini argentine Maria Soledad Temporini. I due stanno insieme dal 2012 e a gennaio 2015 è nato il loro bambino.

Un evento che ha regalato ai genitori tantissima gioia ma che purtroppo inizialmente è stato segnato da un momento drammatico per via del parto prematuro: mamma e bambino hanno rischiato di morire. Intervistato da Vanity Fair, Rudy raccontò il terribile episodio.

Segui anche il nostro canale INSTAGRAM: vi regaliamo scoop, meme e intrattenimento! CLICCA QUI

Rudy Zerbi, il dramma in ospedale: “Stavano morendo”

“Al settimo mese di gravidanza la mia compagna, Maria, ha avuto un distacco totale della placenta mentre era a casa da sola. Io ero in studio, con il telefono staccato. Gli assistenti hanno cominciato a farmi cenno di uscire, ma io dicevo: un attimo, abbiamo quasi finito. È dovuto venire il produttore a prendermi per un braccio. Quando sono arrivato all’ospedale le infermiere piangevano: stavano morendo sia Maria sia Leo”, ha spiegato a Vanity Fair.

Leggi anche—–>>>Arisa e Rudy Zerbi, è successo subito dopo la fine di Amici: il gesto

Il piccolo, nato nel corridoio dell’ospedale, fu sottoposto a cure particolari come accade in questi casi. A Roma non si trovavano in quel momento incubatrici per i prematuri gravi e così Maria Soledad e il figlio furono mandati al Casilino, un ospedale di periferia. “Lì mi sono reso conto che, nell’emergenza, chi fa la differenza sono proprio gli infermieri, gente che fa fatica ad arrivare alla fine del mese, che lavora, condivide e piange con te”, ha raccontato il prof di Amici.

Rudy Zerbi ospedale
Rudy Zerbi, momento terribile all’ospedale: il racconto è da brividi (Instagram)

Quel difficile momento è fortunatamente passato e Leo ora sta benissimo: “Essere genitori di un neonato in pericolo di vita è una sensazione strana: è nato, ma non è ancora tuo. Vorresti toccarlo, nutrirlo, portarlo a casa, ma non puoi. Quando ce la fa, senti di avere avuto un dono, e di essere in qualche modo un sopravvissuto”, dice Rudy.