Gerry Scotti in lacrime a Chi vuol essere Milionario, amaro pentimento: “Ero convinto di…”

Gerry Scotti ricorda l’episodio a Chi vuol essere Milionario nel quale non ha resistito alle lacrime: ecco le parole del conduttore.

gerry scotti lacrime
Ricorda il momento in cui non ha resistito alle lacrime. Gerry Scotti ne parla al settimanale Oggi: ecco le parole del conduttore

Virginio Scotti ma per tutti Gerry Scotti: il celebre conduttore televisivo è amato e seguito da tutti gli italiani. Classe 1956, è il volto di tantissimi programmi tv come Striscia la Notizia, Chi vuol essere milionario, Caduta libera, Tu si que vales, The Wall. Ed è proprio di un episodio accaduto a Chi vuol essere milionario di cui vi parliamo: il conduttore, ai microfoni di Oggi, tempo fa ha parlato dell’emozioni mostrata durante una puntata. Gerry non riuscì a trattenere le lacrime.

Segui anche il nostro canale INSTAGRAM: vi regaliamo scoop, meme e intrattenimento! CLICCA QUI

Gerry Scotti in lacrime a Chi vuol essere Milionario, amaro pentimento: “Ero convinto di…”

Gerry Scotti diverso tempo fa, al settimanale Oggi, parlò dell’emozione mostrata durante una puntata di Chi vuol essere milionario. Il conduttore in quell’occasione non riuscì a trattenere le lacrime: “Fosse stata una finzione o una esagerazione l’avrei fatta tagliare. È stato un momento di verità: ero convinto di aver fatto sbagliare un concorrente, tra l’altro molto giovane. Nonostante la mia ventennale militanza nei quiz, mi sono emozionato… Piangere è una forma di tenerezza che è giunta non dico in tarda età, ma insieme all’età. Da anni ho deciso di essere sempre me stesso, quando faccio la tv”.

Leggi anche Gerry Scotti, un durissimo momento privato: il dramma che riguarda la sua famiglia

Gerry nella stessa intervista ha svelato anche dettagli su un’operazione a cui si è dovuto sottoporre il figlio. Edoardo, nato dal matrimonio con Patrizia Grosso, ebbe un incidente stradale a Milano: “Ho reagito come avrebbe fatto qualsiasi padre che ama suo figlio: mettendolo al primo posto. Negli anni abbiamo condiviso insieme la passione per le moto ma né l’educazione stradale né quella che puoi dare a tuo figlio possono bastare quando la responsabilità di un incidente è da imputare, come in questo caso, ad un altro soggetto che l’ha causato” sono state le parole del conduttore.