Michelle Hunziker: “200mila lire in tasca…”, quella ‘preoccupazione’ e la carriera a Milano

La conduttrice Michelle Hunziker parla dei suoi primi anni a Milano: “200mila lire in tasca…”, ecco le sue parole

michelle hunziker milano
Michelle Hunziker, i suoi primi anni a Milano: racconto da brividi (Fonte: Instagram)

Michelle Hunziker è una dei personaggi televisivi più amati dagli italiani. Nata a Sorengo, in Svizzera, nel 1994, all’età di 17 anni, si trasferisce in Italia per trovare successo. Dopo alcuni “no” da parte di agenzie di moda, viene selezionata alla Riccardo Gay con la quale inizia a sfilare per firme importanti della moda. Nell’estate del 1995 conosce durante un concerto a Milano il cantante Eros Ramazzotti, con il quale si sposa il 24 aprile 1998 ed ha una figlia, Aurora Sophie, nata il 5 dicembre 1996.

Dopo il matrimonio con Eros, viene notata da alcuni produttori italiani e debutta in televisione nel programma I cervelloni insieme a Paolo Bonolis. Raggiunge l’apice del successo con il programma di Italia 1 Colpo di fulmine, che la porterà a condurre negli anni successivi Zelig, Scherzi a parte, Paperissima e soprattutto Striscia la notizia. Nella seconda metà degli anni duemila, poi, debutta anche come attrice, partecipando ad alcuni cinepanettoni al fianco di Christian De Sica, oltre che alla sit-com televisiva Love Bugs.

LEGGI ANCHE: Michelle Hunziker, splendida notizia: è appena arrivata la conferma

Michelle Hunziker, la carriera a Milano: le sue parole

Sulla sua pagina Facebook, dove è molto seguita, la Hunziker ha raccontato dei suoi primi anni a Milano. A 17 anni arrivai per la prima volta con un treno e 200 mila lire in tasca per tentare di trovare un lavoro” – scrive la conduttrice televisiva sul popolare social network – “pensai: ‘mamma mia qui non riuscirei mai a viverci! Che traffico, che smog, che nebbia’ “. In realtà, da allora, la Hunziker non è mai andata via da Milano e dal nostro paese.

La Hunziker poi aggiunge sempre su Facebook: “Milano mi ha dato tutto: famiglia, lavoro, amici. È a tutti gli effetti la metropoli internazionale d’Italia, Cultura, grande rispetto per il lavoro e opportunità per chi davvero le cerca”.