Anna Falchi, amara confessione: “Non lo rifarei”, la conduttrice se n’è pentita amaramente

Amara confessione di Anna Falchi: “Non lo rifarei”, la conduttrice se n’è pentita amaramente, ecco di cosa si tratta

anna falchi confessione
Anna Falchi, amara confessione: la conduttrice se n’è pentita amaramente (Fonte: Screen Rai Play)

Anna Falchi è un’ex modella, oggi conduttrice televisiva. Negli anni novanta era considerata una vera e propria icona di bellezza. La sua carriera è iniziata nel 1989, quando si è classificata al secondo posto a Miss Italia. Nel 1992 fu scelta come testimonial pubblicitaria per uno spot diretto da Federico Fellini, nel quale recitò al fianco di Paolo Villaggio. “Devi essere un po’ gatta e un po’ mi**otta” – disse Fellini – “Agli uomini piace così”.

In seguito prese parte ad un videoclip di Raf e poi si lanciò nel mondo del cinema, recitando nel film “Nel continente nero” di Marco Risi insieme a Diego Abatantuono, ne “C’è Kim Novak al telefono” di Enrico Roseo, “S.P.Q.R. – 2000 e ½ anni fa“, “Dellamorte Dellamore” e altri ancora. Fu così che raggiunse l’apice del successo e Pippo Baudo la scelse come valletta per il Festival di Sanremo 1995 insieme a Claudia Koll.

In seguito ha condotto il quiz preserale di Rai 1 Luna Park, è stata la madrina della 40ª edizione dello Zecchino d’Oro, ha condotto Domenica in insieme a Giancarlo Magalli e Tullio Solenghi ed è stata poi protagonista di numerosi calendari.
La sua carriera prosegue negli anni duemila, sia come attrice che conduttrice televisiva e radiofonica. Prossimamente sostituirà Giancarlo Magalli ai Fatti vostri.

LEGGI ANCHE: Anna Falchi, il tempo per lei sembra non essere passato: spunta la foto anni ’90

Anna Falchi, amara confessione: le sue parole

Come abbiamo visto, la carriera di Anna Falchi è densa di successi. L’ex modella è stata un’icona di bellezza negli anni novanta, mentre nel duemila si è affermata in televisione e al cinema. Nella sua immensa carriera, però, c’è qualcosa che Anna non rifarebbe.


In un’intervista rilasciata al settimanale Oggi, infatti, la Falchi ha dichiarato: “Conducevo il preserale di Rai 1 (Luna Park ndr.), gli ascolti erano da capogiro, fino a 8 milioni. Avevo preso la strada della televisione, ma continuavo a ricevere offerte. Con incoscienza lasciai il programma per inseguire il sogno degli inizi, quello di attrice. Me ne sono pentita e me ne pentirò sempre perché io non sono nata per fare l’attrice. A Luna Park mi sostituirono con Carlo Conti, io lasciai volontariamente. E sono cose che non vengono perdonate”.