Il dramma di Iva Zanicchi: “Non sono più la stessa”, cos’è successo

Il dramma di Iva Zanicchi: “Non sono più la stessa”, di seguito vi spieghiamo cos’è successo alla nota cantante

iva zanicchi dramma
Il dramma di Iva Zanicchi: le sue parole (Fonte: Instagram)

Iva Zanicchi è una delle cantanti più famose della musica italiana, nonché una delle più amate dal pubblico. L’artista è stata soprannominata L’Aquila di Ligonchio. Nel corso della sua carriera si è sempre distinta per il timbro vocale quasi tenorile, per la grande grinta e la spiccata personalità. La cantante ha inoltre spaziato tra i generi musicali più diversi, dal blues alla musica melodica, fino alla musica pop. È considerata una delle personalità musicali italiane più importanti insieme a Mina, Ornella Vanoni, Patty Pravo e Milva.

LEGGI ANCHE: Iva Zanicchi, triste confessione: “Ha sofferto troppo”

Iva Zanicchi, il suo dramma: “Non sono più la stessa”

A causa della pandemia di Covid-19, Iva Zanicchi ha perso il fratello. L’uomo, cardiopatico, ha contratto il temutissimo virus e purtroppo non è riuscito a vincere la personale battaglia con il tremendo male. La Zanicchi salutò il caro fratello sui social, scrivendo: “Ciao fratello mio. Ti ho amato come un figlio“. I due erano molto legati, tanto che, prima di morire, l’uomo aveva chiesto di parlare con la sorella.

In un’intervista rilasciata al settimanale Voi, la Zanicchi ha ricordato nuovamente il fratello, dichiarando: “Dopo la morte di mio fratello Antonio non sono più la stessa, mi manca tantissimo e non riesco a rassegnarmi”. La cantante non riesce a mandare giù il fatto che non abbia potuto salutare il fratello prima della sua morte. Sia prima che oggi, infatti, è impossibile accedere nei reparti di sala intensiva.

iva zanicchi
La Zanicchi ha perso un fratello a causa del Covid-19 (Fonte: Instagram)

Nella lunga intervista, la Zanicchi ha anche parlato del long-Covid, ovvero degli strascichi che questo virus lascia a coloro che l’hanno contratto: “Ho bisogno di rigenerarmi. Il Covid mi ha lasciato segni indelebili e ci vorrà ancora parecchio tempo per eliminarli del tutto”.