Volano stracci in televisione, protagonista ancora lui: parole forti

Volano stracci in televisione e il protagonista della lite è ancora una volta lui: parole veramente forti in studio

televisione parole
Volano stracci in televisione, parole forti in studio: cos’è successo (Fonte: Instagram)

Furiosa lite in un programma televisivo italiano. Sono volate parole veramente forti tra i due ospiti della trasmissione. Il protagonista della lite, però, è ancora una volta lui. Non avete capito di chi stiamo parlando? Di seguito vi diciamo cos’è successo.

LEGGI ANCHE: Zona Bianca, lite tra Cecchi Paone e Adinolfi: volano parole grosse

Lite in televisione, volano parole forti

Durante la scorsa puntata di Morning News, talk show in onda su Canale 5, c’è stata una lite accesissima. Tra i due ospiti presenti nel programma sono volate parole veramente grosse. Il protagonista della lite è ancora una volta lui, Vittorio Sgarbi. L’esperto d’arte ha avuto un dibattito molto acceso con Andrea Romano.

L’argomento era l’assai discusso green pass, il certificato rilasciato dopo la vaccinazione che permette di accedere ai luoghi chiusi. La virologa Maria Rita Gismondo ha dichiarato: “Il green pass è pericoloso e dannoso, è interpretato come un liberi tutti. Un positivo vaccinato e uno non vaccinato hanno esattamente la stessa carica virale”. Le parole non sono state ben accolte da Romano, che ha replicato: “Mi fa molta, molta impressione sentire un medico che dice cose profondamente sbagliate. Il green pass non è uno strumento inutile, è come una patente”.

sgarbi
(Instagram)

A quel punto, Sgarbi si è sentito di intervenire nel dibattito: “Non sono un virologo come il dottor Romano. Mi fido ciecamente degli scienziati e della professoressa che dice cose avvedute”. I toni, però, si sono accesi quando il deputato dem ha dato a Sgarbi del ‘negazionista’. “Mai detto” – ha esclamato Sgarbi, aggiungendo altri appellativi che adesso non riportiamo – “Ho contrastato l’operato di Conte di impedire alle persone di andare al mare o in bicicletta all’aperto. Ora ti faccio tacere, bugiardo!”.