Tiziano Ferro, triste confessione: “Non ho superato la sua morte”

Triste confessione di Tiziano Ferro: “Non ho superato la sua morte”, ecco le parole scritte dal cantante sui social

tiziano ferro confessione
Tiziano Ferro, triste confessione: le sue parole sui social (Fonte: Screen Raiplay)

Tiziano Ferro è uno dei cantanti più amati in Italia e la sua popolarità si diffonde in tutto il mondo. Nel corso della sua carriera, infatti, si è esibito in Spagna, in Gran Bretagna, in Francia ed ha cantato anche in portoghese. Ha venduto inoltre 15 milioni di copie in tutto il mondo, di cui molte di queste in Europa e in America Latina.

La sua carriera è iniziata nel 2001, quando ha raggiunto il successo con il brano Rosso relativo. A distanza di circa vent’anni colleziona ogni anno successi su successi. Vanta numerosi premi, candidature e riconoscimenti, tra cui Billboard Latin Music Awards all’European Border Breakers Awards, MTV Europe Music Awards e tanti altri ancora.

LEGGI ANCHE: Tiziano Ferro, “la mia situazione economica…”: chi l’avrebbe mai immaginato?

Tiziano Ferro, triste confessione: le sue parole

Di recente, il cantante Tiziano Ferro si è lasciato andare ad una triste confessione sui social. L’anno scorso, l’artista ha dovuto dire addio al suo amatissimo cane Beau. Un lutto veramente atroce, difficile anche da superare. A distanza di un anno, infatti, il cantante ammette che ancora soffre e sente molto la sua mancanza.

Caro Beau, forse non ho mai veramente accettato la tua dipartita“, inizia così la lettera scritta sui social al suo cane scomparso lo scorso anno. “Però voglio dirti grazie per gli insegnamenti, la fede e la pazienza. E per l’amore incondizionato, vero e puro anche se avevi ancora addosso le ferite e il dolore dell’abbandono”.

tiziano ferro cane
Ferro e il suo cane Beau (Instagram)

Tiziano racconta che, dopo la morte di Beau, ha preso una decisione importante: “Da quando te ne sei andato abbiamo deciso che sarà per noi una missione adottare cani adulti. Per dare loro l’opportunità che meritano, perché quell’amore profondo non ha pari, perché ce lo hai insegnato tu”.