Dottor Nowzaradan di Vite al limite: cosa prevede la sua dieta

Sapete cosa prevede la dieta del Dottor Nowzaradan protagonista di “Vite al limite”? Ve lo diciamo in questo articolo

dottor nowzaradan dieta
Cosa prevede la dieta del dottor Nowzaradan? (Fonte: Instagram)

Conoscete la dieta del dottor Nowzaradan? Egli è divenuto famoso grazie al programma “Vite al limite” e molti seguono la sua dieta. Di seguito vi diciamo cosa prevede.

LEGGI ANCHE: Vite al Limite, Melissa Morris: la prima paziente del dottor Nowzaradan pesava 300 kg, trasformazione impressionante

Cosa prevede la dieta del dottor Nowzaradan

Nowzaradan è un chirurgo statunitense di origini iraniane. Egli è divenuto una celebrità televisiva grazie al reality show Vite al limite. La trasmissione segue la vita di persone definite patologicamente obese, che, partendo da un peso iniziale che supera i 200kg, per un anno tentano di ridurre il proprio peso e poi vengono sottoposte ad un intervento realizzato dal famoso chirurgo. Il dottore è specializzato in chirurgia vascolare e chirurgia bariatrica. Grazie al suo aiuto, le persone obese riescono a perdere gran parte del loro peso e a cambiare vita.

Dopo il cammino nel programma e l’operazione, le persone si affidano anche alla dieta del dottore. Nowzaradan impone che nel proprio percorso alimentare si possa variare tra le 800 le 1200 calorie al giorno a seconda dei casi specifici. I cibi proibiti dal dottore sono i classici da evitare in qualsiasi tipo di alimentazione sana, come ad esempio tutti quelli fritti, iper calorici e super conditi. Il costo della dieta varia a seconda dei cibi che possono essere inseriti o meno. La parcella riservata al famoso dottore, invece, non è mai stata resa nota.

dottor nowzaradan
(Instagram)

L’aiuto del dottor Nowzaradan è sicuramente prezioso, soprattutto per tutte quelle persone definite patologicamente obese che si affidano a lui. Nel corso delle puntate di Vite al limite, molte persone hanno migliorato il loro stato di vita. È chiaro che non in tutte le storie c’è stato un lieto fine.