Piedi al limite, torturato da bolle enormi: “Come un cadavere”, la storia di RJ

RJ ha terribili rigonfiamenti sotto la pianta dei piedi: disperato, cerca aiuto nel chirurgo di Piedi al limite, ecco com’è andata a finire.

RJ Roemhild vive in New Jersey ed è un cameriere di sala. Un lavoro che implica dover stare tante ore in piedi, una vera tortura per chi come lui è affetto da un grave problema.

Piedi al limte RJ
Fonte foto: Discovery+

L’uomo ha iniziato a stare male da quando aveva circa trent’anni: degli strani rigonfiamenti sull’arco plantare e sul cuscinetto plantare gli causano dolori indicibili. “Mi sembra di camminare sulle palline da golf”, dice nella sua presentazione a Piedi al limite.

Leggi anche————->>>Piedi al limite, “Un supplizio”: la dolorosa storia di Paulette

All’età di 50 anni, RJ non ne può più: è molto preoccupato perché le bolle sono cresciute sempre di più: “I miei piedi sembrano quelli di un cadavere”, racconta. Inoltre, a causa della pelle morta, quei rigonfiamenti provocano anche cattivo odore.

Ha deciso perciò di rivolgersi al celebre programma che risolve casi disperati come il suo, nella speranza di poter riappropriarsi di una vita normale.

Segui anche il nostro canale INSTAGRAM: vi regaliamo scoop, meme e intrattenimento! CLICCA QUI

Piedi al limite, RJ soffre per quelle strane bolle: il retroscena della sua gioventù

Sempre più preoccupato per la salute dei suoi piedi, RJ ricorre al famoso dottor Brad Shaeffer: al medico racconta che, quando aveva vent’anni, provò a salvare un suo amico precipitato dal primo piano. Nel cercare di salvarlo, si lanciò anche lui e nell’atterrare sul cemento riportò delle microfratture. I suoi problemi sono cominciati in quel momento.

Piedi al limite RJ
Fonte foto: Discovery+

Il dottor Shaeffed spiega che sulla pianta del piede abbiamo una struttura, una fascia che probabilmente nell’impatto si è infiammata e le piccole lacerazioni potrebbero averla fatta gonfiare formando queste bolle. Il paziente, secondo la diagnosi del medico, è affetto da fibroma plantare, che comporta la formazione di una o più masse sulla fascia plantare a causa di un trauma come quello che ha sofferto RJ in gioventù.

Shaeffed decide di effettuare una escissione del fibroma, ma ciò comporterà più interventi perché le masse sono molteplici e non è possibile tagliare l’intera pianta del piede. Già dalla prima operazione però RJ inizierà a stare molto meglio.

Due mesi dopo il risultato è davvero eccellente!

Piedi al limite RJ
Fonte foto: Discovery+

Incredibile, vero?