Piedi al limite, Maria ha l’unghia “ad artiglio”: per lei il rischio è molto serio

La dottoressa Sarah Haller di Piedi al limite dovrà rimuovere l’unghia “ad artiglio” che Maria ha all’alluce destro: quale rischio corre la paziente?

Nello studio del dottor Brad Shaeffer e della dottoressa Sarah Haller è ancora tempo di Natale e, come ogni anno, le visite aumentano tantissimo in questo periodo. Merito anche della generosità dei due chirurghi podologi che offrono la loro consulenza gratuita per i pazienti con meno risorse economiche.

Piedi al limite Maria
Piedi al limite, Maria ha l’unghia “ad artiglio”: sta rischiando molto seriamente (Discovery+)

Leggi anche——————–>>>Piedi al limite, il dramma di Yadira: “Come se mi accoltellassero”

Alla giovane e gentile dottoressa si rivolge stavolta Maria che va soggetta ad unghie incarnite. Solo un anno prima infatti la Haller le ha rimosso l’unghia ad artiglio che aveva all’alluce sinistro. L’unghia, inizialmente piatta, si incurva verso il basso penetrando nella pelle sottostante. Ciò comporta il rischio di perforare la pelle: se dovesse raggiungere l’osso, potrebbe provocare addirittura un’infezione. e in tal caso si dovrebbe amputare.

Leggi anche——————>>>Piedi al limite, torturato da bolle enormi: “Come un cadavere”, la storia di RJ

Per fortuna, si sa, a Piedi al limite tutto è possibile grazie alla bravura dei medici protagonisti e Maria ha risolto brillantemente il suo problema: ora ha un’unghia dell’alluce sinistro in perfette condizioni.

A distanza di un anno però, è costretta a rivolgersi di nuovo alla dottoressa Sarah perché adesso è l’unghia del piede destro a presentare la stessa patologia. Riuscirà ad evitare anche stavolta la sala operatoria?

Piedi al limite, il dolore per Maria è insopportabile: potrebbe rischiare parecchio

La Haller spiega che dovrà fare molta attenzione nell’intervenire sull’unghia della paziente: se lacerasse la pelle l’osso verrebbe esposto. Prima anestetizza il piede di Maria, poi spinge indietro la cuticola per separare la lamina ungueale dalla cuticola alla base e quindi la pelle dall’unghia deformata.

Piedi al limite Maria
Fonte foto: Discovery+

Leggi anche—————->>>Piedi al limite, “Due grosse dita più un altro dito”: la terribile malformazione di Glenn

A questo punto, tutto è pronto per solleva e rimuovere l’unghia. Per piegare l’unghia utilizza la pinza emostatica anche se la resistenza è notevole. Alla fine, però la dottoressa riesce a staccare l’unghia senza bucare la pelle, evitando così la sala operatoria.

Piedi al limite Maria
Fonte foto: Discovery+

Quando Maria toglierà la benda, il risultato sarà eccellente come quello ottenuto al piede sinistro. Fantastico!