Piedi al limite, la gamba di Ramon sembra un pallone: “Difficile trovare un caso più grave”

Da quando è dimagrito, la gamba di Ramon si è gonfiata in modo assurdo: disperato, si è rivolto alla dottoressa Vincent di Piedi al limite.

Ramon ha 44 anni e nel 2017 pesava 300 kg. Quando ha deciso di dimagrire, è riuscito a perdere 150 kg. La gamba destra però è diventata sempre più gonfia: ha scoperto di avere una patologia chiamata Linfedema.

Piedi al limite Ramon
Piedi al limite, la gamba di Ramon somiglia ad un pallone: “Difficile trovare un caso più grave” (Discovery+)

Leggi anche————->>>Piedi al limite, “Come Frankestein”: l’assurdo caso di Nathan Lantz

Si tratta di un malfunzionamento del sistema linfatico che porta ad un accumulo di fluidi ricchi di proteine in alcune zone del corpo. La linfa, non venendo drenata adeguatamente, si accumula negli arti provocando un gonfiore accentuato.

Ogni volta che in palestra usa il tapis roulant, la gamba si gonfia e inizia a far male. Ad ogni passo avverte un dolore allucinante che si irradia dalle dita al piede, poi alla caviglia fino alla gamba. Per tanto tempo Ramon si è rifiutato di uscire; mette degli indumenti a compressione per proteggere la gamba, ma ogni volta che cammina deve trascinarsi un peso enorme, che può arrivare fino a 70 kg. Impossibile continuare a vivere così, perciò ha preso appuntamento con la dottoressa Vincent.

Leggi anche————->>>Piedi al limite, “Come Frankestein”: l’assurdo caso di Nathan Lantz

Piedi al limite: una speranza per Ramon

Alla dottoressa Ebonie Vincent, Ramon spiega che a volte la gamba brucia fino al piede e non ha sensibilità nelle dita. Visitandolo, il chirurgo si accorge che il suo caso è veramente grave e che non presenta i classici sintomi del Linfedema anche perché il piede non è gonfio come la gamba.

Leggi anche————–>>>Piedi al limite, il dramma di Yadira: “Come se mi accoltellassero”

Piedi al limite Ramon
Fonte foto: Discovery+

Al tatto la gamba sembra un pallone e quando la dottoressa lo fa camminare vede che Ramon fa fatica a trascinare tutto quel peso e che il passo è oscillante. Rischia l’artrite alle anche perché queste non sono fatte per sopportare lo sfregamento causato da una camminata oscillante.

Leggi anche—————>>>Piedi al limite, palmati e con solo tre dita: la terribile agonia di Russell

La Vincent usa uno strumento di compressione sequenziale: partendo dalle dita effettua delle compressioni in sequenza fino alla coscia stimolando il sistema linfatico favorendo il corretto assorbimento dei fluidi. Questo massaggio dovrà essere effettuato tutti i giorni per 30 minuti. Dopo la prima seduta, la caviglia di Ramon è passata dai 70 ai 59 centimetri. Se sarà costante, il linfedema diventerà sempre meno invadente.

Tre mesi dopo, Ramon in videochiamata mostra alla dottoressa Vincent i miglioramenti ottenuti con la terapia. La gamba destra è ancora più gonfia rispetto alla sinistra anche se ora è diventata molto più flessibile. Presenta ancora del fluido in eccesso, ma quando questo verrà riassorbito, Ramon potrà farsi operare per eliminare la pelle in eccesso.

Piedi al limite Ramon
Fonte foto: Discovery+

Strepitoso, non c’è che dire!