Domenica In, commovente racconto di Carlo Verdone: “Ha voluto lenire il mio dolore”, c’entrano suo padre e sua figlia

Il bravissimo Carlo Verdone è stato ieri ospite a Domenica In dove ha commosso tutti con un aneddoto su suo padre e sua figlia.

Nel salotto di Mara Venier a Domenica In c’era ieri un ospite graditissimo al pubblico che, nel raccontarsi, regala sempre tante emozioni. Parliamo di Carlo Verdone, attore dalla carriera strepitosa, il cui meritatissimo successo non si è mai arrestato.

Carlo Verdone padre
Domenica In, commovente racconto di Carlo Verdone: “Ha voluto lenire il mio dolore”, riguarda suo padre e sua figlia (Rai Play)

Leggi anche—————->>>Sapete chi sono e che lavoro fanno i due figli di Carlo Verdone? Particolare retroscena

Attualmente protagonista della serie sulla sua vita “Vita da Carlo”, sul canale streaming Prime Video, Verdone si è raccontato a cuore aperto ai microfoni del programma domenicale. Ha rivelato ad esempio che il racconto della serie, composta da dieci episodi, inizia da quando gli hanno chiesto di candidarsi a Sindaco di Roma sette anni fa.

Ha parlato inoltre del periodo difficile attraversato quando è stato costretto ad assumere tanti antidolorifici per il problema alle anche: “Ho abusato di antidolorifici quando sono stato operato alle anche, le ho ricostruite. Sono tutto finto, in aeroporto è un problema perché suona tutto… A volte devo calare le mutande per far vedere le cicatrici. L’operazione ha cambiato la mia vita, dopo pochi giorni camminavo. Per sette o otto anni è stato drammatico, finalmente è passato”.

Tra le tante cose, Carlo ha anche raccontato un emozionante episodio accaduto dopo la morte dell’amatissimo padre.

Carlo Verdone, emozionante ricordo a Domenica In: “Mi sono commosso”

Come tutti avranno notato, Verdone porta sempre una fede al dito. Quell’anello per lui ha un valore inestimabile e a Mara Venier l’attore ha spiegato perché.

Leggi anche—————–>>>Carlo Verdone, il toccante retroscena che riguarda l’incontro con una donna malata terminale

Il giorno più triste della mia vita è stato quando mio padre ci ha lasciato. Io stavo girando un film e sono corso in clinica. Nel momento in cui è venuto a mancare io ho preso la sua fede e l’ho messa all’anulare. Durante il film ‘Benedetta follia’ con la Pastorelli giravamo una scena con il mare mosso. Un’onda mi ha travolto e portato via occhiali di scena e la fede. Sono caduto in depressione, ho chiesto a tutti di aiutarmi e sono arrivate anche alcune persone con i metal detector, ma senza ottenere risultati”, ha raccontato.

Sua figlia allora, dopo una settimana, gli lasciò a casa un pacchetto con dentro una fede uguale a quella che il padre aveva perso. Sull’anello una scritta: “Loro da lassù, noi da quaggiù”. “Ha voluto lenire il mio dolore. Questo pensiero mi ha ridato il sorriso. E’ stato bello e mi sono commosso”.

Leggi anche—————->>>Tutti amano Carlo Verdone, ma in pochi conoscono questo retroscena: l’avreste mai detto?

Carlo Verdone padre
Fonte foto: Instagram

Un ricordo toccante sull’amore che lega una famiglia intera.