Gerry Scotti, il grande sogno e l’annuncio importantissimo per il suo pubblico

Gerry Scotti collabora dal 2016 con le cantine Giorgi, nell’Oltrepò Pavese: ora, un grande annuncio è finalmente arrivato.

Oltre ad essere un amatissimo volto televisivo e ad amare molto il suo lavoro, tutti sanno che Gerry Scotti ha anche un’altra grande passione. E’ infatti un estimatore di vino e per questo motivo collabora da cinque anni con le cantine Giorgi, nell’Oltrepò Pavese, azienda attiva dal 1870 a Canneto Pavese.

annuncio Gerry Scotti
Gerry Scotti, il grande sogno e l’annuncio importantissimo per il suo amato pubblico (Mediaset Infinity)

Leggi anche—————>>>Che auto guida Gerry Scotti? E’ il sogno di tantissimi italiani e non solo

L’ultimo vino lanciato a sua firma è il Buttafuoco Doc ‘56 2017, un rosso tipico dell’Oltrepò: 35% Barbera, 35% Croatina, 15% Uva rara e 15% Ughetta di Canneto Pavese. Un dosaggio deciso in parte anche da lui con l’autorizzazione del Consorzio. Il 1956 in etichetta, invece, è l’anno della sua nascita.

Nonostante abbia ricevuto proposte da aziende di tutt’Italia per offrirgli una linea a suo nome, Scotti ha voluto fortemente un’azienda della provincia di Pavia. Proprio la zona in cui è nato e che gli ricorda le sue origini e la sua infanzia.

Non tutti sanno che è stato l’amico Rudy Zerbi a mettere in contatto cinque anni fa il conduttore con i Giorgi. “Le uve arrivano da tutte le vigne della zona del Buttafuoco. Sono state vendemmiate a ottobre 2017, poi il vino ha riposato per oltre 3 anni in botte grande e per altri 6 mesi in bottiglia”, ha spiegato Fabiano Giorgi durante la presentazione al ristorante Cera di Milano.

Leggi anche————–>>>Sapete chi è e cosa fa nella vita l’attuale compagna di Gerry Scotti?

“Ci abbiamo lavorato a lungo con Fabiano, abbiamo fatto tutti gli assaggi insieme, e due anni fa il Club del Buttafuoco Storico, che ne supervisiona il disciplinare, ci ha concesso di produrre 1956 bottiglie di questo blend”, ha raccontato Gerry sempre in quell’occasione.

Il prezzo? Non più di 30 euro: “Una cifra che per i miei parenti di campagna negli anni Sessanta sarebbe stata comunque troppo alta — ammette il presentatore Mediaset — non ce lo saremmo potuti permettere. Ma è giusta per chi, oggi, vuole bere bene in modo abbordabile”.

Ma non è finita qui: l’amatissimo volto di Canale 5 ha un sogno nel cassetto che ha rivelato proprio durante la presentazione del suo Buttafuoco.

Gerry Scotti, lo strepitoso annuncio e il sogno da realizzare

Innamorato del territorio che lo ha visto nascere, Gerry vorrebbe che l’Oltrepò diventi protagonista dell’enoturismo italiano. Ha parlato anche di un suo sogno al riguardo: “Sono due anni che cerco un appezzamento vicino a quello di Fabiano, in modo da avere le mie uve appoggiandomi poi a lui per la vinificazione. E se magari ci fosse anche un casale, beh ci metto qualche bici elettrica, qualche stanza e un ristorante. E il sabato sera gli ospiti a tavola li servo io”.

Leggi anche—————->>>Gerry Scotti, quel terribile incidente gli fece dire ‘basta’ alla sua più grande passione

“Potrebbe partire un bus da Milano ogni fine settimana e portare centinaia di persone da quelle parti, creando un percorso tra cantine e produttori, dal vino al salame, dal miele al tartufo”, ha detto.

annuncio Gerry Scotti
Fonte foto: Instagram

Un’idea che gli auguriamo possa prendere vita al più presto.