La clinica della pelle, dolore tremendo per Emma: l’incubo è iniziato 18 anni prima

La clinica della pelle, dolore inspiegabile per Emma: il suo incubo purtroppo era iniziato esattamente 18 anni prima, cos’è successo.

“Qualcuno pensa che la pelle sia solo un organo superficiale, ma invece è molto di più. La sua salute influisce anche sull’anima”, sono proprio queste le esatte parole che la dottoressa Craythorne pronuncia ad ogni inizio puntata de La clinica della pelle. Spiegando, quindi, perché ogni paziente decide di rivolgersi a lei.

La clinica della pelle Emma
Choc tremendo per Emma a La clinica della pelle: com’è oggi. Fonte Foto: Discovery

Leggi anche –> La clinica della pelle, Austin: “È il mio timore…”, brutta sorpresa durante l’intervento

Nel corso della sua immensa carriera da dermatologa, la dottoressa Craythorne ha conosciuto e preso in cura tantissimi pazienti. Ciascuno di loro decide di rivolgersi a lei per porre fine all’incubo che, fino a quel momento, vive. C’è chi è letteralmente tormentato dall’acne, dai lipomi o da cisti, eppure ognuno di loro ha un valido motivo per chiedere aiuto alla simpaticissima irlandese. L’ha fatto anche Emma, una donna che non ne poteva più di vivere relegata dal mondo. “Quando qualcuno mi guarda credo che mi guardi perché pensa che sia contagiosa”, dice la paziente alle telecamere del programma. Il suo incubo, a quanto pare, sembrerebbe essere iniziato circa 18 anni prima della sua partecipazione. Cambiando e rivoluzionando completamente la sua vita. Scopriamo insieme cos’è successo.

Leggi anche –> La clinica della pelle, Daniel: “È lì da quando ho 15 anni, ma..”, incredibile

La clinica della pelle, choc tremendo per Emma: cos’è successo

A La clinica della pelle, Emma ha deciso di rivolgersi a causa di un problema al viso che l’affliggeva da circa 18 anni. “Mi tormenta più di quanto voglia ammettere. Mi condiziona. Ho paura che possa peggiorare e voglia fermarla in qualche modo”, dice alle telecamere del programma.

Leggi anche –> La clinica della pelle, Jo: “È il mio incubo peggiore”, mai visto nulla di simile

Circa 18 anni prima della sua partecipazione, ad Emma è stata diagnosticata la rosacea. Questa non è altro che una malattia cronica della pelle che provoca, da quanto raccontato dalla diretta interessata, bruciore, capillari rotti sul viso e un senso di calore perpetuo. “È una situazione particolare”, ha detto la dottoressa Craythrone appena visto il viso di Emma. Come ha deciso di agire la dottoressa? La risposta è semplicissima: non soltanto le ha dato una crema protettiva per ripararsi dai raggi solari, ma anche una cura antibiotica per i brufoli per circa 3 mesi ed ha iniziato subito con una seduta di luce pulsata ad alta intensità. I risultati ottenuti, seppure a distanza 12 settimane, sono stati davvero impressionanti. La pelle è apparsa decisamente più liscia e decisamente più chiara. Lo è stato ancora di più, però, dopo 8 mesi.

La clinica della pelle Emma
Fonte Foto: Discovery

Ci auguriamo che adesso Emma viva la vita che ha sempre voluto vivere.