Piedi al limite, una ferita che non si rimargina: Stacy rischia un’infezione letale

Protagonista di questo episodio di Piedi al limite è Stacy: la donna rischia di contrarre un’infezione che potrebbe esserle fatale.

Stacy ha 47 anni. Mentre il suo piede sinistro non la dà problemi, quello destro le provoca molto dolore. E’ costretta a poggiarsi sulla punta per non esercitare troppa pressione sulla pianta e sul tallone.

Piedi al limite infezione
Piedi al limite, una ferita che non si rimargina: un’infezione potrebbe uccidere Stacy (Discovery+)

Leggi anche—>>>Piedi al limite, le verruche condizionano la vita di Jake: i suoi piedi somigliano a ‘quelli di un cadavere’

Tempo fa le hanno asportato un tumore a cellule granulari: sembrava che la ferita si stesse rimarginando, ma poi ha iniziato a cicatrizzarsi e ha dovuto sottoporsi ad altri cinque interventi. Ogni volta però si riapre, si infetta e perciò è costretta a camminare il meno possibile.

La sua vita è fortemente influenzata da questo problema perché Stacy non può fare tante cose che vorrebbe, come accompagnare la figlia a fare una passeggiata o bagnarsi nell’acqua di mare.

Il timore più grande è che possa contrarre un’infezione letale o che porti all’amputazione del piede. Dopo 20 anni passati a lottare con tutto ciò, Stacy vuole giocare l’ultima carta, perciò consulta la dottoressa Ebonie Vincent di Piedi al limite.

Piedi al limite, il piano della dottoressa Ebonie per evitare una grave infezione

Alla dottoressa, Stacy racconta di aver scoperto il tumore quando era incinta della prima figlia. Inizialmente sembrava una verruca plantare. I medici gliela asportarono e il piede guarì, ma dopo poco tempo le spuntò un cheloide.

Leggi anche—>>>Piedi al limite, “Dita da E.T.”: non immaginereste mai cosa è costretto a fare Vakho per mettere le scarpe

Si tratta di una lesione cicatriziale che si sviluppa velocemente e in modo irregolare in seguito ad una ferita. Nel caso in cui dovesse presentarsi un’infezione, sarebbe un grande problema perché Stacy è allergica a quasi tutti gli antibiotici. Quando è successo, qualche volta è finita in ospedale.

Piedi al limite infezione
Fonte foto: Discovery+

Come attesta la radiografia, il cheloide della paziente non è soltanto superficiale ma anche sottocutaneo ed ha intaccato la fascia plantare che ha una funzione vitale perché riveste la muscolatura della pianta del piede e la contiene.

Leggi anche—->>>Piedi al limite, Kellie non può essere sottoposta ad anestesia: la scena in sala operatoria ha dell’incredibile

Per eliminare il cheloide, la dottoressa non rimuoverà del tutto la fascia plantare ma cercherà di salvare quanto più tessuto sano possibile. Dopo aver rimosso chirurgicamente una sezione della pianta, la dottoressa applicherà un innesto di membrana amniotica per sostituire l’epidermide rimossa. L’innesto cutaneo è prodotto dalle cellule staminali e ha lo scopo di ridurre il tessuto cicatriziale.

Piedi al limite infezione
Fonte foto: Discovery+

Dopo 4 settimane dall’intervento, il piede di Stacy è quasi guarito e lei può iniziare una nuova vita.