“Mi manca violentemente”: il doloroso ricordo della moglie scomparsa

Il doloroso ricordo della moglie scomparsa riportato attraverso parole che ripercorrono alcuni tratti salienti della vita passata insieme.

La scomparsa di una persona amata è sempre dolorosa da affrontare. Nel dolore puoi affondare, e risalire non è così semplice. Ci vuole il tempo, ma il tempo, non sempre, aiuta. Forse, pian piano, subentra quell’abitudine che si trasforma in quotidianità, ma niente si cancella e spesso, il dolore, ti divora.

Carla fracci
Il doloroso ricordo della moglie scomparsa, parole sincere che ripercorrono la vita passata insieme (fonte getty)

Il racconto del regista che ha subito la perdita di sua moglie, è commovente, ma sincero. In un’intervista rilasciata a Fanpage.it racconta di quanto le manca la donna amata per tutta la vita, di come si senta vuoto adesso, di tante cose, e di come oggi, Carla Fracci, sia ancora presente nella sua vita, nonostante la scomparsa.

Leggi anche Carla Fracci, retroscena da brividi sulla sua morte: il ricordo straziante degli ultimi momenti di vita

“Mi manca violentemente”: il marito di Carla Fracci parla della scomparsa di sua moglie

Beppe Menegatti, il marito di Carla Fracci, in un’intervista rilasciata a Fanpage, ha raccontato a cuore aperto dell’amore per sua moglie, degli anni vissuti insieme e di come adesso si senta senza di lei. Il regista ha ripercorso le tappe importanti della storia con la grande ètoile.

Leggi anche Carla Fracci, spunta una foto da giovane: l’avete mai vista? Sempre bellissima!

Carla Fracci è scomparsa il 21 maggio 2021, dopo aver lottato con la malattia. Il marito ha raccontato che si sono incontrati alla Scala, il suo primo giorno di lavoro con il grande Luchino Visconti: “La signorina De Nobili, un genio della scena, scenografa e costumista eccellente, si avviò in sala prove. Nel momento in cui varcò la porta disse: “Signor Luchino non potrebbe essere questa signorina la protagonista?”. Menegatti dice che indicò una ragazza a terra, seduta, che rammendava un paio di calze rosse di lana, e quella fanciulla era proprio Carla Fracci. Il regista fu colpito dalla ‘grazia di quella creatura’.

Carla Fracci e Menegatti
fonte getty

Dopo il matrimonio, la signora Fracci scoprì di essere in dolce attesa, ma continuò a lavorare fino al quinto sesto mese: “Le ultime vere recite sono state fatte a Milano e il pezzo che danzò Carla si chiamava “L’attesa”: un corpo di ballo femminile… Questo fu fatto quasi al sesto mese di gravidanza”.

Carla ci ha lasciato tra le braccia di suo figlio Francesco, dice Menegatti e ancora oggi è presente nella sua quotidianità, perchè sono state conservate tante cose che la ricordano. Il marito della grande Etoile ha confessato di sognarla spesso, e questo lo consola, ma è anche fonte di tanto dolore, perchè la mancanza è forte. “È un tassello della vita che se n’è andato, lasciando un vuoto incolmabile. Questi giorni sono il momento in cui sento e vivo la sua assenza più violentemente“, conclude.