“Cacciato per aver sputato nel diario di una compagna”: l’attore lascia tutti di stucco

L’inedito retroscena raccontato dall’amato attore: “A scuola venni cacciato per aver sputato nel diario di una compagna”.

In un’intervista a Sette, l’attore ha raccontato un po’ di sè e ha svelato un retroscena particolare. Giovanissimo, ha appena 29 anni, ma ha già all’attivo diversi successi. Non è solo un attore, ma anche un regista, uno sceneggiatore e uno scrittore.

Pietro Castellitto
“A scuola venni cacciato per aver sputato nel diario di una compagna”. l’attore racconta un retroscena inaspettato (fonte getty)

Il suo primo film da regista è uscito nel 2020 e gli è valso il Premio Orizzonti per la Miglior Sceneggiatura alla 77esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e del David di Donatello 2021 come Miglior regista esordiente. E’ stato il protagonista in Speravo de morì prima, la serie tv di Sky, in cui ha interpretato Francesco Totti. Proprio l’attore, a Sette, ha ripercorso alcuni momenti del suo passato, raccontando un fatto a noi inedito.

Leggi anche Conosciamo tutti Sergio Castellitto, ma sapete chi è sua moglie e cosa fa nella vita?

“Cacciato per aver sputato nel diario di una compagna”: il retroscena raccontato dall’attore

Un retroscena del tutto inedito quello raccontato dall’attore a Sette. La scuola non è mai stata la sua passione, anche se, si è laureato in Filosofia. In questa intervista, è ritornato con la mente ad alcuni momenti del suo passato, al ritorno tra i banchi. Pietro Castellitto, figlio del grande Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini, ha raccontato di essere stato cacciato:

Leggi anche Pietro Castellitto, spunta la foto da bambino con l’occhio tumefatto: cosa gli fecero

A scuola venni cacciato per aver sputato nel diario di una compagna. Lei mi tirò il cancellino sullo zaino, io le presi il diario” dice. L’attore spiega che fu convocato dalla preside e negò di essere stato lui. Ma avendo visto molti crime, gli venne una strana paranoia: “…guardando molti crime mi prese la paranoia che avrebbero fatto fare il test del dna dello sputo, quindi precisai: “Io però quel diario l’ho toccato”.

pietro castellitto
fonte getty

Un fatto inedito che l’ha visto protagonista. Ma ad oggi, l’attore di protagonisti ne ha interpretati. E’ stato lui a rivestire di panni di Francesco Totti nella serie tv Sky, ‘Speravo de morì prima’. Ma al cinema, l’esordio è arrivato all’età di tredici anni, in una piccola parte nel film del padre Non ti muovere, basato su un’opera di sua madre, scrittrice. Nel 2020 è uscito il suo primo film da regista e sceneggiatore, ‘I predatori‘, e questo gli è valso numerosi premi e riconoscimenti.