“Quando mangio, mi sento felice”, rivelazione choc a Vite al Limite: storia drammatica, eccola oggi

Alle telecamere di Vite al Limite, la paziente del dottor Nowzaradan si è lasciata andare ad una rivelazione choc: storia drammatica, cos’è successo.

Aveva soltanto 39 anni quando ha scelto di partecipare alla nona stagione di Vite al Limite, eppure la paziente del dottor Nowzaradan sentiva l’esigenza di ritornare in forma. Con un peso che raggiungeva i 273 kg, la donna di Houston ha raccontato di avere una storia drammatica alle spalle.

rivelazione choc vite al limite
Rivelazione choc a Vite al Limite: che dramma, cos’è successo. Fonte Foto: Youtube

Leggi anche –> Prima di Vite al Limite stava per morire, cos’è successo dopo? Colpo di scena clamoroso!

Al momento della sua partecipazione al programma, la paziente del dottor Nowzardan ha raccontato di vivere in una casa insieme a suo figlio e alla sua famiglia. E di dipendere fortemente da loro. Il suo peso, pensate, era talmente eccessivo che la donna non riusciva a fare praticamente nulla. L’unica attività che, infatti,poteva svolgere era quella di sedersi su un divano e mangiare cibo spazzature. “Quando mangio, sono felice”, ha detto alle telecamere. Una rivelazione choc, quindi. E che, soprattutto, descrive la sua dipendenza dal cibo. Cosa si nascondeva dietro ad essa? Purtroppo, un passato piuttosto turbolento. Scopriamo insieme ogni cosa.

Leggi anche –> “Mi sto uccidendo”, dramma choc a Vite al Limite: cos’è successo in clinica? Davvero impensabile

Rivelazione choc a Vite al Limite: cos’è successo, eccola oggi

A catturare l’attenzione del pubblico di Vite al Limite nel corso della sua nona stagione, è stata la storia drammatica di Irene Walker. Con un peso di 273 kg, la trentanovenne di Houston ha raccontato di avere un passato per niente facile. Vittima di un compagno violento, la donna si è ritrovato completamente da sola dopo la morte di sua madre, sua zia, sua sorella e suo padre. Ed ha iniziato a sfogare la sua rabbia nel cibo. Quando poi è stata cacciata anche dalla casa famiglia in cui era stata ospitata, la situazione è nettamente peggiorata. Dipendente anche da droga ed alcool, Irene si è resa conto di non poter continuare a vivere in questo modo.

Leggi anche –> Dopo Vite al Limite sta bene con se stessa e non lo nasconde affatto: immagini a confronto impressionanti, eccola oggi

Purtroppo, la sua esperienza nella clinica di Houston non è andato affatto a buon fine. Non soltanto Irene inizialmente non ha perso i chili necessari per l’intervento di chirurgia bariatrica, ma una volta raggiunto l’obiettivo non ha potuto programma l’operazione per via dell’emergenza coronavirus. Tutt’oggi, infatti, non sappiamo quando Irene potrà raggiungere il suo obiettivo. Quello che, però, possiamo dirvi è che siamo riusciti a rintracciarla su Facebook. Ed abbiamo scoperto che qualche miglioramento, seppure minimo, c’è stato. Eccola:

rivelazione choc vite al limite
Fonte Foto: Instagram

Ci auguriamo che Irene possa sottoporsi molto presto all’intervento.