Vite al limite, la concorrente ha messo in causa il programma: cos’è successo

La concorrente di “Vite al limite” ha messo in causa il programma: in questo articolo vi spieghiamo nei dettagli cos’è successo

Non tutte le storie del noto programma televisivo terminano a lieto fine. C’è chi non riesce a dimagrire e chi addirittura decide di mettere in causa la famosa trasmissione. Di seguito vi sveliamo nei dettagli quando è successo e soprattutto quale concorrente ha visto protagonista.

LEGGI ANCHE: Vite al limite, Dr Nowzaradan: non immaginereste mai di cosa si occupa suo figlio

vite al limite concorrente
La concorrente di “Vite al limite” cita in causa il programma: il motivo (Fonte: Instagram)

Vite al limite, la concorrente mette in causa il programma

Vite al limite è un noto programma televisivo di genere reality show. La trasmissione è stata prodotta negli Stati Uniti, ma da qualche anno è trasmessa anche in Italia su Real Time, dove ha ottenuto un enorme successo. La produzione, per dare seguito al successo del programma, ha realizzato anche uno spin-off, “Vite al limite: e poi…”.

LEGGI ANCHE: Vite al limite, sapete quanto guadagnano i pazienti? Cifre incredibili

Il reality show segue la vita di persone definite patologicamente obese, che, partendo da un peso iniziale che supera quasi sempre i 200kg, tentano di ridurre il proprio peso nel corso di un anno. In seguito si sottopongono ad un delicato intervento eseguito dal chirurgo iraniano Younan Nowzaradan.

Grazie all’aiuto del famoso dottore, molte persone riescono a ridurre il proprio peso. Non tutte le storie raccontate nel programma televisivo, però, terminano a lieto fine. C’è chi non riesce a dimagrire e chi addirittura decide di mettere in causa la trasmissione.

LEGGI ANCHE: Vite al limite, June pesava 268kg: oggi è un’altra persona, cambiamento mostruoso

Questo è sicuramente l’esempio di Jeanne Covey. La donna nel programma ha rivelato di aver subito degli abusi ed ha iniziato a consumare cibo sin dalla tenera età. È arrivata a pesare più di 317 chili all’età di 40 anni. La donna viveva ancora con i suoi genitori, dipendendo completamente da loro.

Durante il programma la donna sembrava voler iniziare a condurre una vita più sana, ma dopo aver incontrato il dottor Nowzaradan ha iniziato a non farcela. I problemi sono sorti anche in famiglia: la madre ha avuto problemi di salute e mentre le due donne erano in ospedale, il padre di Jeanne è morto nel sonno.

(screen da YouTube)

Jeanne così è riuscita a perdere solo 23 chili, non abbastanza per sottoporsi all’intervento chirurgico. La donna è stata infatti rimprovera dal famoso chirurgo per non essersi impegnata abbastanza. Jeanne ha dovuto così terminare il suo trattamento dimagrante. Una volta abbandonato il programma, però, Jeanne ha iniziato un lungo percorso di dimagrimento, come documentato sulla sua pagina Facebook.

La donna non ha mai dimenticato la sua esperienza negativa nel noto programma televisivo. Jeanne, infatti, si è unita a molti altri ex membri del cast nel citare in giudizio il programma per presunti problemi durante le riprese. La donna ha dichiarato addirittura che lo show l’avrebbe costretta a continuare a filmare anche dopo la morte di suo padre.