Lutto per la televisione italiana, è morto a 65 anni: aveva preso parte a molti programmi famosi

Lutto per la televisione italiana, è morto all’età di 65 anni: aveva preso parte a molti programmi televisivi famosi nel nostro paese

È un giorno triste per il mondo dello spettacolo. Si è spento all’improvviso, lasciando un senso di terribile vuoto nei suoi amici e suoi familiari. Egli era stimato da tutti nell’ambiente. Nel corso della sua carriera ha preso parte a tantissimi programmi divenuti poi famosi nel piccolo schermo. Il suo ricordo sarà per sempre indelebile.

LEGGI ANCHE: Lutto nel cast di CentoVetrine: è morto l’attore Camillo Milli

lutto televisione italiana
Lutto nel mondo della televisione italiana: è morto a 65 anni (Fonte: Pixabay)

Lutto per la televisione italiana: è morto a 65 anni

La televisione italiana è in lutto. È morto nella notte di domenica all’età di 65 anni. Nell’ambiente televisivo era stimato da tutti. Nel corso della sua carriera, infatti, aveva preso parte a tantissimi programmi di successo. Ha lavorato sia per la rete pubblica che per la rete del Biscione. La sua scomparsa lascia un profondo senso di vuoto.

Oggi tutti piangono la sua scomparsa, dagli amici ai familiari, fino ai semplici conoscenti. Per la sua professionalità era stimato da tutti e sarà ricordato d’ora e in eterno. Il vuoto lasciato dalla sua assenza, infatti, sarà difficile da colmare.

LEGGI ANCHE: Lutto per il “Grande Fratello”, è morto a 58 anni: triste annuncio

La persona scomparsa è Paolo Taggi. È stato uno storico autore e regista televisivo, oltre che radiofonico. Nel corso della sua carriera ha preso parte a tantissimi programmi di successo, come “Stranamore”, il reality show “La talpa” e addirittura anche ad alcune episodi di “Domenica In”. È morto nella serata di domenica a Roma e la sua scomparsa ha lasciato un profondo senso di smarrimento.

LEGGI ANCHE: È morto il famoso volto della tv e del cinema: tragico lutto

(Instagram)

Paolo non era solo autore e regista televisivo, la sua attività autoriale, infatti, l’aveva portato anche dietro alla cattedra. In passato, infatti, ha tenuto corsi in moltissimi atenei italiani, da Milano a Torino, da Roma a Napoli.

Nel corso della sua carriera ha lavorato sia per la Rai che per Mediaset. Moltissimi programmi portano la sua firma. Con i suoi insegnamenti avrà sicuramente contribuito a formare i nuovi autori della televisione italiana. Molti manterranno il suo ricordo. In questo modo vivrà per sempre nei cuori di tutti, anche del pubblico italiano.