La dottoressa Pimple Popper, la confessione di Antonio: “Mi sentirei sconfitto”, cos’è successo cinque anni prima

La dolorosa confessione di Antonio alle telecamere de La dottoressa Pimple Popper: “Mi sentirei sconfitto”, cos’è successo 5 anni prima.

Una dolorosa confessione, quella a cui Antonio si è lasciato andare alle telecamere de La dottoressa Pimple Popper, proprio come lo aveva già fatto in passato Jennifer. Sono davvero tantissime, infatti, le persone che chiedono aiuto alla dermatologa. E che riflettono in lei la loro volontà di ritornare a vivere una vita normale.

la dottoressa pimple popper antonio
La confessione di Antonio a La dottoressa Pimple Popper. Credits: Discovery

“Mi sentirei sconfitto”, sono queste le parole con cui Antonio ha descritto quale sarebbe la sua reazione se la dottoressa Sandra Lee non riuscisse ad aiutarlo. Ha raccontato di avere, da circa 5 anni, una grossa protuberanza sul corpo. E questa, oltre a condizionare la sua vita e le sue giornate, ha iniziato ad influenzare anche i movimenti più semplici. “Ha delle ripercussioni enormi”, ha continuato a dire, spiegando di avere spesso e volentieri dei dolori sulla schiena e sulle spalle. Così come quella di Jhonny, anche la protuberanza di Antonio inizialmente aveva delle dimensioni piuttosto piccole, ma con il passare degli anni queste sono diventate piuttosto considerevoli, tanto da condizionargli la vita.

La dottoressa Pimple Popper, la protuberanza “choc” di Antonio: cos’è successo

Seppure il suo “incubo” sia iniziato circa 5 anni prima della sua partecipazione a La dottoressa Pimple Popper, Antonio ha raccontato di essere arrivato al momento di sofferenza totale. E di essere pronto a fare di tutto pur di rimuovere la protuberanza che gli condizionava la vita. Non l’ha potuto fare prima perché, all’epoca della scoperta, la donna era incinta e lui non voleva affatto abbandonare sua moglie.

la dottoressa pimple popper antonio
Credits: Discovery

Come potete vedere dalla foto riproposta in alto, la protuberanza di Antonio era posizionata proprio dietro la schiena ed, in particolare, sulla spina dorsale. Ovviamente, questo lo preoccupava tantissimo, ma la voglia di ritornare a vivere una vita normale prevaleva su tutto. Così come la storia di Sandy, anche Antonio aveva un grosso lipoma. E, seppure posizionato in un posto davvero pericoloso – lì circolano tutti i nervi che ci permettono di muovere le mani e le braccia -, la dottoressa Pimple Popper è riuscito a rimuoverlo senza troppa difficoltà.

la dottoressa pimple popper antonio
Credits: Discovery

A distanza di qualche settimana dell’operazione, Antonio ha raccontato di essere in gran forma.