Vite al Limite, David ha pensato al suicidio: clamoroso! Pesava 346 kg, come sta oggi

Alle telecamere di Vite al Limite, David ha raccontato di aver pensato addirittura al suicidio: pesava 346 kg, come sta dopo il percorso in clinica.

Una storia davvero drammatica, quella raccontata da David nel corso della decima stagione di Vite al Limite. E che ha saputo impressionare tutti i telespettatori del programma sin dal racconto del suo passato. David pesava 346 kg al momento della sua partecipazione al docu-reality di Real Time, ma un’infanzia e giovinezza davvero difficile.

vite al limite david
Storia choc a Vite al Limite: che fine ha fatto oggi David dopo il programma. Credits: Discovery

Raccontate subito dopo la storia di Lisa, che purtroppo non ha avuto un lieto fine, e quella di Larry, le vicende del giovanissimo David hanno subito sconvolto tutti. Quando ha scelto di partecipare a Vite al Limite, il giovane ha raccontato di vivere con la sua mamma affidataria e di essere sereno sotto questo punto di vista, eppure il suo peso eccessivo non gli permetteva di essere spensierato a 360 gradi. Scopriamo insieme la sua storia e com’è stato il percorso in clinica.

La storia choc di David a Vite al Limite

Così come per la stragrande maggioranza dei casi presentati a Vite al Limite, anche David nascondeva una storia davvero difficile. Eccola qui.

Nato da una madre alcolizzata di appena 13 anni, il giovane è stato immediatamente affidato ad una famiglia, che ha scelto di adottare nello stesso momento ben 4 figli. Tutto sembrava procedere per il meglio e David sembrava aver ritrovato la serenità da sempre desiderata. In realtà, però, non è stato affatto così. Al momento della partenza dei suoi genitori per un grave lutto, lui e i suoi fratelli hanno organizzato una festa durata ben 10 giorni. Un party durante il quale non è mancato nulla: droga, alcol e ragazzine erano all’ordine del giorno. Al loro ritorno, però, i suoi genitori hanno dovuto prendere una decisione inevitabile: cacciare tutti e quattro i figlia dalla loro casa. David, così, è ritornato nella casa famiglia. Un bel giorno, però, incontra Robin, sua attuale madre affidataria, e in quattro e quattr’otto si è trasferita da lei. Anche in questo caso, sembrava che il giovane potesse tirare un sospiro di sollievo, ma non è stato così. L’ossessione per il cibo era diventata sempre più forte e il suo peso continuava ad aumentare. Non riusciva a fare nulla, nemmeno più a guidare. Tanto che, come raccontato, ha addirittura pensato al suicidio.

Da come si vede, quindi, una storia piuttosto choc e che ha fortemente determinato il suo peso. Com’è stato il suo percorso?

Com’è stato il suo percorso? E come sta oggi

Si può dire che il percorso di David sia partito a razzo. Dopo la prima visita di controllo presso lo studio del dottor Nowzaradan, il peso del giovane era sceso da 346 kg a 315 kg. Un ottimo inizio, quindi, e che ha spinto il chirurgo a fissargli dopo circa due mesi l’operazione. Qualcosa, però, è andato storto: poco prima di sottoporsi all’intervento, infatti, David ha scoperto di pesare 332 kg – quindi, era ingrassato rispetto all’ultima volta – ed ha ricevuto un brusco stop per l’operazione. Nei mesi successivi, quindi, il giovane Nelson si è fortemente impegnato. E, arrivato al dodicesimo mese, è riuscito a pesare 276 kg, ottenendo il via libera per l’intervento. Eccolo oggi:

vite al limite david
Credits: Instagram

 

Supponiamo che, ad oggi, non si sia ancora sottoposto all’intervento, ma sembrerebbe che David stia continuando a registrare ottimi risultati.