Francesco Oppini, il dramma e quel tatuaggio: “Per una persona che non c’è più”

Francesco Oppini parla del dramma vissuto e della scelta di quel tatuaggio: “Per una persona che non c’è più”.

Abbiamo avuto modo di conoscere meglio Francesco Oppini nella casa del Grande Fratello Vip nella quinta edizione. Dopo il percorso nel reality terminato prima del previsto, perchè ricordiamo l’ex concorrente scelse di lasciare il gioco a dicembre dopo la notizia del prolungamento, per lui sono arrivate altre opportunità lavorative sul piccolo schermo.

francesco oppini dramma e tatuaggio
Francesco Oppini, il dramma e la scelta di quel tatuaggio (Credits. instagram)

In una vecchia intervista, rilasciata in una puntata di Oggi è un altro giorno, ha raccontato a Serena Bortone il dramma che si è trovato a vivere all’improvviso, quando ha perso una persona importante della sua vita. Insieme a lui c’era anche la mamma Alba Parietti, intervenuta per spiegare cosa ha provato allora, quando suo figlio non provava altro che dolore.

Francesco Oppini parla del dramma e della scelta del tatuaggio: “Per una persona che non c’è più”

In una vecchia puntata del programma Oggi è un altro giorno, Francesco Oppini ospite insieme a sua mamma Alba nel salotto di Serena Bortone, ha raccontato, oltre ad altri tanti aspetti, il dramma che ha vissuto quando aveva 24 anni. 

L’ex concorrente del GF Vip ha parlato della morte della sua ex fidanzata, Luana, deceduta in un incidente stradale. Ha spiegato che la tragedia è avvenuta nel 2006 ed è stato un momento difficile da superare. Adesso sorride, dice, grazie al suo atteggiamento verso la vita: “E’ successo nel 2006. Lei rappresenta una crescita forzata e improvvisa, ho superato il dolore più inaspettato che una persona possa avere all’età che avevo, 24 anni… lei aveva il sorriso 24ore su 24, su ogni cosa, anche di fronte ai problemi”.

francesco oppini dramma e tatuaggio
Credits. instagram

Francesco ha confessato che sua mamma è stata al suo fianco e viveva lo stesso dolore. Ha usato depressivi e la stessa Alba ne ha fatto uso in quel periodo. Oppini spiega che non voleva andare a dormire perchè il risveglio lo portava a realizzare ogni giorno, per forza.

Ed è a lei, a Luana che ha dedicato il primo tatuaggio. Insieme alla mamma si incise le iniziali del suo nome: “L’ho fatto per una persona che non c’è più, quando non c’era più. L’ho fatto con la sua mamma, ci tatuammo la sigla del suo nome”.