“Sono stata aggredita dalla ginecologa”: ha raccontato tutto pubblicamente

“Sono stata aggredita dalla ginecologa”, la giovane Giorgia Soleri ha così scelto di raccontare tutto pubblicamente, cosa è successo

Ha dato ed intende ancora dare ed incoraggiare le donne ad avere voce in capitolo quando si tratta di far valere i propri diritti personali. Si è battuta presentando una proposta di legge che legittimasse l’esistenza di una malattia di cui oggi molte donne soffrono in silenzio, la vulvodinia.

"Sono stata aggredita dalla ginecologa": ha raccontato tutto pubblicamente
“Aggredita dalla ginecologa”, ha raccontato tutto pubblicamente (Credits: Instagram)

Giorgia Soleri non è solo la fidanzata di Damiano dei Maneskin, non è solo una modella e non è solamente un’influencer. E’ una donna che vuole che i diritti per le donne siano rispettati. Qualche tempo fa aveva fatto una drammatica confessione in merito alla sua condizione di salute. Giorgia ha raccontato che a causa del forte dolore causatole dalla malattia, quasi aveva il desiderio di non svegliarsi al mattino per non rivivere quei dolori atroci. Stavolta, in un’intervista rilasciata in occasione della pubblicazione del suo libro, “La signorina Nessuno”, al Corriere della Sera Giorgia Soleri si è voluta raccontare ed ha scelto di parlare pubblicamente di un episodio della sua vita che non dimenticherà mai. “Sono stata aggredita dalla ginecologa”, scopriamo di più.. Quali sono state le sue parole.

Giorgia Soleri: “Sono stata aggredita dalla ginecologa”

Raccontare episodi del proprio privato non è mai un gesto che si compie a cuor leggero, ma Giorgia Soleri ha scelto di farlo. Intervistata dal Corriere della Sera, la giovane ha raccontato un retroscena agghiacciante a seguito di una decisione personale che nessuno avrebbe dovuto giudicare. Sempre solidale nei confronti delle donne, l’attivista Giorgia Soleri ha scelto di raccontare la propria esperienza al fine di trattare argomenti che per molti oggi sono ancora considerati ahimè un tabù mentre invece sappiamo bene che si tratta ‘semplicemente’ di riconoscere un diritto.

Ho abortito quando ero giovanissima. Avevo problemi di salute mentale ed economici, non avevo un lavoro con entrate certe. Il momento in cui mi sono interfacciata col mondo sanitario è stata un’esperienza che mi è stata fatta vivere in modo estremamente negativo“, ha raccontato Giorgia. Che ha poi aggiunto: “La 194 (la legge per l’aborto), ha lacune enormi che dovrebbero essere prese in considerazione. Invece rimane una legge fuori dal periodo storico in cui viviamo“.

"Sono stata aggredita dalla ginecologa": ha raccontato tutto pubblicamente
(Credits: Instagram)

E ancora, Giorgia ha poi raccontato l’esperienza diretta una volta recatasi al consultorio: “Sono andata in un consultorio e sono stata aggredita dalla ginecologa, che mi sgridò dicendo che noi giovani facciamo sesso senza precauzioni e usiamo l’aborto come contraccettivo, senza sapere nulla della mia storia“.