“E’ l’unica cosa di cui mi pento”: Iva Zanicchi lo confessa dopo anni

Iva Zanicchi lo confessa dopo anni, c’è una cosa di cui la cantante si è pentita veramente. 

Iva Zanicchi è tra le più belle voci del panorama musicale italiano. Il 2022 l’ha vista calcare un palco importante, quello del Festival di Sanremo. Ha portato la canzone Voglio amarti lasciando trasparire una potenza e una profondità di cui lei ne è proprietaria.

Iva Zanicchi pentita per la rivista di playboy
“E’ l’unica cosa di cui mi pento”: Iva Zanicchi svela un retroscena dopo anni (Credits: instagram)

Ed è proprio l’artista a detenere un record rilevante; su undici partecipazioni al Festival della canzone italiana è riuscita a vincere ben tre volte, nel 1967, 1969 e 1974, ed è così divenuta la cantante donna a vincere più volte la manifestazione canora. Iva in una puntata di Oggi è un altro giorno, ospite di Serena Bortone ha parlato di alcuni aspetti della sua carriera abbracciando anche il lato personale. Nella conversazione ha svelato di essersi pentita di una cosa, anzi spiega: “E’ l’unica cosa di cui mi pento veramente”.

“E’ l’unica cosa di cui mi pento veramente”, Iva Zanicchi lo confessa dopo anni, il retroscena

In una intervista di qualche settimana fa, Iva Zanicchi ospite nel programma Oggi è un altro giorno, ha raccontato la sua carriera tra musica, cinema e televisione. Nella trasmissione di rai 1 ha parlato di molti aspetti importanti soffermando l’attenzione, ad un certo punto della conversazione, su un ‘fatto’ di cui lei si è pentita.

Tutti sapranno che Iva molti anni fa, intorno ai quarant’anni, ha posato per la rivista Playboy, mostrando un’avvenenza fuori dal comune. Ebbene, proprio a tal riguardo ha svelato un retroscena che in pochi conosceranno. Alla domanda di Serena Bortone: “Sei contenta di averlo fatto?”, la risposta della cantante è stata decisa: “Noo!“.

iva zanicchi pentita rivista playboy
Credits. instagram

Ha continuato spiegando alla presentatrice di Oggi è un altro giorno il motivo: “E’ l’unica cosa di cui mi pento veramente. Io non avevo i manager, da sola, con i fotografi. Quando ho visto il giornale mi sono sentita male, sono partita da Milano sono andata in Emilia, sull’Appennino tosco-emiliano, mi sono fermata in tutte le edicole, ho comprato tutto io e ho detto ‘qui non deve arrivare’, perchè avevo paura di mio padre”. Continua svelando un aneddoto che riguarda proprio il suo papà e al riguardo dice: “Dopo un anno, mio papà andava nel bosco, incontra un signore toscano, ci parla e fa ‘sua figliola mica male’, e lui risponde ‘sì è una bella ragazza’, e il signore dice ‘lasci perdere, ha delle qualità” . La Zanicchi ha poi svelato che suo padre andò da sua madre a chiedere, ma quest’ultima gli accennò di un semplice servizio fotografico per famiglie cristiane, nascondendo la verità.