Flavio Briatore risponde a tono alle polemiche sul suo ‘Crazy Pizza’

Dopo le critiche social sui prezzi della sua nuova catena ‘Crazy Pizza’, arriva la ferma risposta di Flavio Briatore all’Adnkronos.

Flavio Briatore ha sempre rappresentato egregiamente la figura dell’imprenditore per eccellenza. Spirito d’iniziativa, coraggio, fiuto per i progetti più promettenti: sono queste le caratteristiche che gli hanno permesso negli anni di diventare un grande uomo d’affari. Tra le innumerevoli imprese su cui ha scommesso, non potevano mancare quelle nel redditizio settore della ristorazione. E su quale migliore prodotto su cui investire se non la pizza, conosciuta e amata in tutto il mondo?

Flavio Briatore Crazy Pizza
Flavio Briatore risponde a tono alle critiche sul suo ‘Crazy Pizza’ (Credits: Instagram)

Dopo aver aperto un primo locale del suo Crazy Pizza nel 2019 nel quartiere londinese di Marylebone, ne sono seguiti altri: Montecarlo, Portocervo, Roma e Milano. Pizze dall’impasto sottilissimo, senza lievito, e croccanti.

La vasta gamma offerta va dalla semplice Margherita (venduta a 14 euro) alla Pata Negra da 65 euro, condita con il celebre prosciutto iberico. Si può spaziare poi tra un’ampia scelta di insalate e dessert freschissimi, naturalmente senza farsi mancare vini, champagne e cocktails.

I prezzi, non proprio alla portata di tutti, hanno fatto storcere il naso a qualcuno e sui social le polemiche sono giunte puntuali. I 16 euro di un tiramisù o i 45 euro di una pizza con mozzarella e tartufo nero e bianco hanno attirato non poche critiche. Briatore è allora intervenuto rilasciando delle dichiarazioni in merito all’Adnkronos.

Flavio Briatore interviene sulla polemica attorno ai prezzi del Crazy Pizza

Come accaduto in altre occasioni, anche stavolta la risposta dell’ex marito di Elisabetta Gregoraci è stata secca e lapidaria: “La polemica nasce solo perché c’è qualcuno che fa qualcosa di nuovo e ha successo. Noi siamo già prenotati fino a fine giugno. A noi interessa la risposta del cliente che ci interessa”

L’imprenditore ha battuto soprattutto sul fatto che al Crazy Pizza c’è un’ampia scelta di proposte ed ognuno può decidere liberamente cosa consumare. “Ci sono i prezzi e ognuno prende quello che vuole. Se prendi un Sassicaia il prezzo sale, se prendi un’acqua minerale o una coca light il prezzo è diverso”, spiega.

“Nessun cliente comunque si è mai lamentato del costo, perché il costo è in proporzione al servizio, alla qualità, all’energia che c’è nel locale e al modo in cui il cliente viene trattato”, ha aggiunto sottolineando anche l’alta qualità degli ingredienti usati sia per le pizze, che per le insalate e i dolci.

Flavio Briatore Crazy Pizza
Credits: Instagram

Voi cosa pensate della visione del buon Flavio?