“Mi ha mandato a quel paese”: Albe di Amici parla di suo padre

“Mi ha mandato un po’ a quel paese”, Albe di Amici parla di un retroscena accaduto con suo padre prima dell’ingresso nella scuola. 

Abbiamo conosciuto e avuto modo di apprezzare Albe, peseudonimo di Alberto La Malfa, nella scuola di Amici. Scelto da Anna Pettinell, la professoressa l’ha portato fino alla fine sostenendolo sempre. Il percorso del giovane non è stato così facile infatti più volte si è trovato nelle ultime posizioni nelle classifiche fatte in puntata, rischiando.

Albe parla padre
“Mi ha mandato un po’ a quel paese”: Albe parla di suo padre (Credits. youtube)

Da quando il talent è finito per lui sono arrivate grosse soddisfazioni, come innanzitutto non pensava di essere avvolto dall’amore del pubblico che l’ha capito e seguito, e soprattutto ne ha apprezzato la voce e la musica. Inoltre, dopo qualche settimana dall’uscita della scuola, c’è stata la pubblicazione del suo primo disco. Di recente è stato intervistato da Casa chi e ha avuto modo di raccontarsi. Nel corso della chiacchierata ha svelato un retroscena inedito che riguarda un fatto accaduto con il suo papà.

“Mi ha mandato un po’ a quel paese”, Albe di Amici racconta cosa accadde con suo padre

Albe dopo il percorso ad Amici 21 è tornato alla realtà, una realtà che l’ha catapultato in un sogno. I suoi singoli sono ascoltatissimi e i fan che lo seguono sono migliaia. In un’intervista rilasciata a Casa Chi, il cantante ha avuto modo di raccontarsi. Nel corso della conversazione ha anche svelato quanto sia stato difficile per i genitori accettare la partecipazione ad Amici.

Il giovane ha spiegato che venendo da un paesino piccolo e con la mentalità ristretta è strano per un genitore pensare che il proprio figlio potrebbe lavorare con la musica: “Non mi ritengo ancora arrivato ma comunque sì, quando ho detto a mio papà che volevo iscrivermi ad Amici mi ha mandato un po’ a quel paese, ha raccontato.

albe parla di suo padre
Credits: instagram

Proseguendo nel discorso ha commentato dicendo che l’atteggiamento di suo padre era dovuto forse al fatto che nemmeno lui ci credeva. Adesso però tutto è cambiato, addirittura sua madre ha creato dei cartonati suoi a grandezza naturale e dice: “Così quando non ci sono io ci sono loro mentre mio papà è diventato un algoritmo vivente, sa tutti gli ascolti dei miei pezzi e di quanto aumentano”.