Chi è e cosa fa nella vita il marito di Sabrina Ferilli: retroscena sulla sua vita privata

Chi è e cosa fa nella vita il marito di Sabrina Ferilli: retroscena sulla vita privata dell’amatissima attrice.

Lei non ha bisogno di presentazioni: è una delle attrici e conduttrici più amate del nostro mondo dello spettacolo. Della illustre carriera di Sabrina Ferilli sappiamo praticamente tutto, ma si può dire lo stesso della sua vita privata?

sabrina ferilli
Chi è e cosa fa nella vita il marito di Sabrina Ferilli: retroscena sulla sua vita privata dell’amatissima attrice. ( Credits Instagram)

In molti non sanno chi è e cosa fa nella vita il marito di Sabrina: i due sono marito e moglie dal 2011. Scopriamo i dettagli della vita sentimentale della splendida attrice romana.

Sabrina Ferilli, chi è e cosa fa nella vita il marito

Una vera e propria gioia per i telespettatori di Tu si que vales: nella prossima edizione dello show di Maria De Filippi ci sarà ancora lei, Sabrina Ferilli, nel ruolo di giurata, a capo della giuria popolare. In attesa di rivederla sul piccolo schermo, scopriamo qualcosa in più sulla sua vita sentimentale. Sapete chi è l’attuale marito della Ferilli? I due sono molto riservati: sul canale Instagram dell’attrice non compare alcuna foto di coppia.

Sabrina è sposata dal 2011 con Flavio Cattaneo, dirigente d’azienda e vice presidente di Italo. I due si sono conosciuti quando l’attrice era impegnata sul set della fiction Dalida: all’epoca, Cattaneo era il direttore generale della Rai. Convolati a nozze in gran segreto a gennaio del 2011 a Parigi, non hanno figli ma Flavio è papà di Riccardo e Sofia, nati dalle nozze con la sua prima moglie Cristina Goi. Prima di Flavio, anche la Ferilli è stata sposata, dal 2003 al 2005, con l’avvocato Andrea Perone.

sabrina ferilli
Sabrina Ferilli in vacanza in Croazia ( Credits Instagram)

Come rivelato dalla stessa attrice in un’intervista di qualche anno fa a La Stampa, Sabrina Ferilli non ha avuto figli per sua volontà: “Non mi sono sentita di fare figli, ho tentato di adottarne uno ma non c’è stata fortuna, alla fine le cose sono andate come dovevano andare e non ne ho fatta una malattia. I paragoni con i percorsi degli altri non mi hanno mai interessata.”