Reazione a catena, il pubblico non ci sta: scoppia la protesta sui social

Il pubblico di Reazione a catena si è infuriato per qualcosa accaduto nella puntata di domenica 17 luglio: la protesta si è diffusa sul web.

Come succede ormai da un bel po’ di anni a questa parte, quando L’Eredità si ferma per la pausa estiva, Rai Uno fa in modo di non lasciare i telespettatori ‘orfani’ di quiz show preserali. Manda perciò in onda un altro format di grande successo, Reazione a catena, che si basa, appunto, sull’indovinare o dedurre varie catene di parole.

Reazione a catena protesta
Reazione a catena polemica social (Credits: Rai Play)

Dal 2007, alla conduzione del programma trasmesso dallo Studio 2 del Centro di Produzione Rai di Napoli, si sono avvicendati vari presentatori: Pupo, Pino Insegno, Amadeus, Gabriele Corsi fino ad arrivare a Marco Liorni, presente dal 3 giugno 2019. Come per tutti loro, anche con lui il programma continua ad essere amatissimo dal pubblico che ogni sera, prima del telegiornale, si riunisce davanti alla tv per giocare da casa insieme ai concorrenti.

Proprio perché molto seguito, Reazione a catena è anche commentato tantissimo sui social. Proprio qui, è scoppiata nelle ultime ore una forte polemica dovuta ad una presunta irregolarità del gioco finale. Secondo alcuni, ciò sarebbe avvenuto nella puntata di domenica 17 luglio. Cerchiamo di capire quindi a cosa si riferiscono le critiche piovute su Twitter in questi giorni.

Reazione a catena, è protesta sui social: cos’è accaduto in trasmissione

Ogni sera, il momento che più catalizza l’attenzione del pubblico di Reazione a catena è senza dubbio quello dello slot conclusivo. Grazie ad esso, la squadra dei campioni può tentare di vincere la cifra di denaro accumulata nelle sfide precedenti. Durante “L’ultima parola”, gioco finale di ogni puntata, secondo alcuni telespettatori alle tre concorrenti palermitane della squadra “Le giuste in tempo” sarebbe stato concesso meno tempo per valutare la risposta corretta rispetto a quello previsto dal regolamento.

Le tre componenti della squadra stavano provando a vincere la somma di 13550 euro: partendo dalla prima parola che era “Misura”, dovevano indovinare quale fosse la seconda: “Co…..e”. Non riuscendoci, hanno allora comprato il terzo elemento, costituito dalla parola “Sigillo”. Hanno tentato con “Corone”, ma hanno sbagliato perché la risposta giusta era “Contatore”.

Ma è vero che a loro è stato concesso meno tempo pe ragionare? In realtà no, perché il programma è registrato e quindi può succedere che vengano tagliate delle parti a seconda delle esigenze del palinsesto. Tutto si è svolto nella piena regolarità, ma qualche telespettatore non si è reso conto che evidentemente era stato fatto un piccolo taglio per questioni legate ai tempi televisivi.

Gabriella, Martina ed Antonella potranno comunque tentare nel corso delle prossime puntate di portare a casa il montepremi, ora che sono diventate campionesse.

Reazione a catena protesta
Reazione a catena telespettatori critiche (Credits: Rai Play)

Voi avevate fatto caso a questo particolare?