La dottoressa Pimple Popper, l’incubo di Kayla è iniziato troppo presto: dramma terribile, aveva solo 12 anni

Alle telecamere de La dottoressa Pimple Popper Kayla ha raccontato il suo incubo iniziato alla sola età di 12 anni: dramma terribile. 

Aveva 26 anni quando Kayla ha scelto di rivolgersi a La dottoressa Pimple Popper, ma la sua condizione patologica della pelle era iniziata a spuntare alla sola età di 12 anni. Ricordate la storia di Keke? Bene, questa è molto simile!

la dottoressa Pimple Popper Kayla
Kayla incubo. Credits: Discovery

La malattia consisteva nella formazione di pelle secca che si spaccava e sanguinava, procurandole tanto dolore. In tutta la sua vita, Kayla ha raccontato di essersi rivolta a ben 10 dermatologi diversi, ma che tutte le cure che le sono state prescritte negli anni non hanno mai funzionato a dovere. Si trattava di creme perlopiù steroidee o di iniezioni, ma la loro efficacia durava davvero pochissimo, provocandole una disperazione enorme. D’altra parte, era giovanissima, eppure non riusciva affatto a godersi la vita come tutte le ragazze della sua età. “Mi penalizza anche sul lavoro”, ha raccontato ancora Kayla alle telecamere del programma. Da sempre appassionata di musica, la giovane non solo ha svelato quanto i segni procurati dalla sua malattia le incidessero anche sul corretto funzionamento dello strumento musicale, ma ha raccontato quando – al provino per American Idol – è stata clamorosamente scartata per via della sua patologia. Un episodio choc, sì! Tuttavia, la forza di Kayla è consistita proprio in questo: chiedere nuovamente aiuto nonostante i precedenti ‘insuccessi’. La dottoressa Pimple Popper è stata la volta buona? Ecco cos’è successo.

La dottoressa Pimple Popper, Kayla e l’incredibile dramma: cos’è successo

Non tutti lo immaginano, ma l’eczema di Kayla l’ha fortemente condizionata. Al programma di Real Time, ha raccontato di quando – nel 2018 – ha avuto un’infezione da stafilococco, rischiando addirittura di finire in setticemia. Da quel preciso momento, la sua vita è ulteriormente peggiorata. Non solo ha sviluppato un disturbo ossessivo-compulsivo, ma ha anche iniziato a soffrire di attacchi di panico. A La dottoressa Pimple Popper, inoltre, ha raccontato di essere solita lavarsi la mani per evitare ulteriori infezioni e di non toccare più nulla! Insomma, una storia decisamente drammatica e che – a tratti – ci riporta indietro con la mente e ci fa pensare al dramma vissuto da Remi. 

la dottoressa Pimple Popper Kayla
Mani Kayla prima. Credits: Discovery

“Ho paura che anche questa visita vada a finire come tutte le altre precedenti”, ha detto Kayla pochi istanti prima del suo incontro la dottoressa. Sarà stato davvero così? Appena visto l’eczema di Kayla, la dermatologa si è resa conto di quanto la situazione fosse grave e di quanto la giovane necessitasse di cure. Pertanto, la decisione della dottoressa è stata quella di ‘annullare’ tutto quello che era stato fatto in precedenza e prescriverle delle creme cortisteroidee ad alta intensità. Il risultato? A distanza di 5 settimane dalla sua prima visita, l’eczema di Kayla è letteralmente sparito.

la dottoressa Pimple Popper Kayla
Mani Kayla dopo. Credits: Discovery

“Non potevo chiedere risultato migliore. Ora posso fare quello che voglio”, ha detto Kayla.