Beverly Hills 90210, ex protagonista rivela perché lasciò il telefilm: “L’ho rinnegato”

Lo abbiamo amato sul set di Beverly Hills 90210: solo ora l’ex protagonista rivela il motivo che lo spinse ad abbandonare l’iconico telefilm.

Chi è stato adolescente negli anni ’90 sa cosa ha significato per quella generazione il telefilm Beverly Hills 90210. Scolpito a caratteri di fuoco nella memoria degli adulti di oggi, è stato molto più del classico teen drama americano. Ha rappresentato sogni, emozioni, paure e ansie di milioni e milioni di teenagers di allora.

Beverly Hills ex protagonista
Beverly Hills, confessione dopo anni (Credits: Youtube)

I suoi personaggi, interpretati da attori diventati all’epoca star mondiali, erano capaci di incarnare alla perfezione virtù e difetti dei giovani di allora ma, se vogliamo, anche di oggi. Gli attori che hanno recitato nei ruoli maschili del cast hanno fatto sognare stuoli di ragazze e tutti ricordano i caratteri diametralmente opposti ma ugualmente affascinanti dei due protagonisti principali, Brandon e Dylan.

Il primo, saggio e riflessivo, maturo e responsabile, affidabile e sempre in grado di sapere cosa fare. Il secondo, bello e dannato, irascibile, inquieto ed irresistibilmente ‘maledetto’. Nei panni del gemello di Brenda e del drammatico McKay c’erano Jason Priestley e il compianto Luke Perry. Entrambi abbandonarono il telefilm ad un certo punto e se Dylan vi fece ritorno, quello di Brandon fu un addio definitivo. Proprio quest’ultimo ha rilasciato di recente un’intervista a Vanity Fair ed ha rivelato il vero motivo che lo spinse a lasciare la serie. Non ci crederete!

Beverly Hills 90210, l’ex protagonista spiazza tutti: “Ero terrorizzato”

Sono passati circa trent’anni dal debutto di Beverly Hills sui nostri schermi e sicuramente fa un po’ effetto vedere sui social quanto siano cambiati gli attori del cast. Oppure, sapere che Brian Austin Green (l’indimenticabile David Silver) è diventato papà per la quinta volta!

Anche Jason Priestley ha messo su famiglia e il suo viso oggi non è più quello di un ragazzo di vent’anni. Attualmente in Europa sia per lavoro che per una vacanza con moglie e figli, l’attore è stato raggiunto da Vanity Fair ed ha ripercorso la sua carriera e i tanti ricordi che lo legano al celebre telefilm.

Quando gli è stato chiesto perché ad un certo punto abbia deciso di lasciare la serie, ha spiegato che è stata proprio la paura di restare per sempre imprigionato nel personaggio di Brandon a spingerlo a mollare: “Ero giovanissimo e terrorizzato”, ammette. Da allora, dice, ha scelto sempre di interpretare ruoli molto diversi da quello del giovane Walsh.

Gli è stato chiesto quindi se stesse rinnegando il personaggio che gli ha regalato tanta fama: “In un certo senso, ma solo per proteggermi. Non potrò mai dimenticarlo né manifestare altro che non sia pura gratitudine per quell’opportunità che all’epoca aveva del pionieristico”, ha risposto.

In effetti, nessun altro fenomeno giovanile prima di Beverly Hills 90210 ha saputo imporsi tanto a livello globale: per la prima volta venivano affrontati temi sociali importantissimi in un telefilm apparentemente improntato su frivolezze e che alla fine è stato in grado in scrivere la storia.

Beverly Hills ex protagonista
Beverly Hills confessione dopo anni (Credits: Instagram)

Anche voi non ve ne perdevate neanche una puntata?