Terribile tragedia: l’attore condannato all’ergastolo per aver ucciso sua madre

Carcere a vita per il giovane attore che a marzo 2020 ha ucciso sua madre sparandole alla nuca: progettava anche un altro folle omicidio.

Un altro caso che lascia sgomenti oltre che per l’assurdo gesto, anche per la brutalità dell’assassinio che un giovane ha compiuto senza alcuna apparente motivazione. Se poi la vittima è addirittura sua madre, si resta ancora più scioccati. Protagonista dell’orribile crimine è un attore, noto per aver preso parte ad una famosa serie Netflix.

attore che ha ucciso
Attore carcere madre (Credits: Pixabay)

Quasi come un oscuro presagio della tragedia, il suo personaggio nel telefilm uccide un uomo (interpretato dal compianto Luke Perry) investendolo con il suo pick-up. Purtroppo, stavolta non si parla di finzione: anche nella realtà, si è macchiato della colpa di aver tolto la vita ad un altro essere umano. E, dettaglio ancora più atroce, ha scelto sua madre come vittima. Tra i suoi piani, secondo quanto riferisce il Daily Telegraph, c’era anche un altro reato: uccidere il premier canadese Justin Trudeau.

Inizialmente la sentenza prevedeva 14 anni di carcere per poi passare al regime di libertà vigilata, ma ora la Corte Suprema canadese ha stabilito per lui la condanna all’ergastolo. Il giudice Kathleen Ker ritiene di non essersi mai occupata prima di un caso più dilaniante e sconvolgente.

Ha ucciso sua madre: come l’attore ha compiuto il macabro gesto

E’ stato l’attore Ryan Grantham a commettere l’orrendo delitto. L’interprete 24enne della serie Riverdale, ha confessato di aver sparato alla madre, Barbara Waite, colpendola alla nuca mentre questa era al pianoforte nella loro casa a Squamish.

Subito dopo, ha registrato un video con una videocamera GoPro in cui mostra anche il corpo senza vita della madre e racconta ciò che ha fatto. Poi avrebbe comprato birra e marijuana, si sarebbe messo a guardare Netflix e avrebbe costruito delle molotov artigianali. Infine, il dettaglio più agghiacciante: avrebbe coperto il cadavere con un lenzuolo e sarebbe andato a dormire.

Il giorno dopo, avrebbe poi appeso un rosario al pianoforte e circondato il corpo della donna con candele accese. Si sarebbe poi messo in macchina portando con sé pistole, munizioni e 12 bottiglie molotov e si sarebbe diretto ad Ottawa, verso l’abitazione del premier Trudeau. Fortunatamente, però, giunto al Rideau Cottage, ha deciso di costituirsi alla polizia di Vancouver prima di mettere in atto l’assurdo progetto.

attore che ha ucciso
Attore condannato uccisione madre (Credits: Youtube)

Voi ricordavate Ryan Grantham in Riverdale?