Gossip News » Reality Show » Grande Fratello » Grande Fratello: Margherita ama Andrea e non ha difeso Guendalina per convenienza

Grande Fratello: Margherita ama Andrea e non ha difeso Guendalina per convenienza

Margherita Zanatta

GRANDE FRATELLO – Ieri nel salotto di Domenica Cinque, secondo quella che oramai è diventata una consuetudine consolidata, alcuni ex concorrenti del Grande Fratello sono stati sottoposti all’esame della macchina della verità. Tra le prove più attese c’era sicuramente quella di Margherita Zanatta, il cui esito ha smentito le impressioni di quanti non la ritengono innamorata di Andrea Cocco, vincitore del GF 11, e ha svelato qualche retroscena dell’amicizia tra la lei e Guendalina Tavassi.

Le due ex gieffine si sono confrontate e soprattutto scontrate ripetutamente dalla fine del reality e Margherita è stata accusata da più parti di non essere stata sincera con Guendalina. Ecco le domande poste da Federica Panicucci e le risposte della speaker varesina, con relativo esito della macchina della verità.

Eri disposta a perdonare Nando? Sì (risposta della macchina: VERO)
Hai sfruttato la fine della storia per il gioco? No (risposta della macchina: FALSO)
Dopo il bacio ad Andrea eri attratta da lui? No (risposta della macchina: VERO)
Pensi possa proseguire la storia con Andrea? Sì (risposta della macchina: VERO)
Sei innamorata di Andrea? Sì (risposta della macchina: VERO)
Pensavi che difendere Guendalina potesse svantaggiarti nel gioco? Sì (risposta della macchina: VERO)
Ti sei sentita tradita da Guendalina? Sì (risposta della macchina: VERO)
Eri invidiosa dell’amicizia tra Guendalina e Davide? Sì (risposta della macchina: VERO)
Vorresti che la tua amicizia con Guendalina tornasse come prima? Sì (risposta della macchina: FALSO)

Dunque, incrociando le ammissioni di Margherita e le risposte della macchina della verità emerge un quadro sostanzialmente positivo in merito alla storia con Andrea. Inoltre, dato non trascurabile, la ex gieffina confessa di non aver difeso la ex amica per convenienza, cioè per non essere penalizzata nel quadro del gioco.