Gossip News » Primo Piano » Fiammetta Cicogna: chiudiamo Tamarreide se ritirano la patente a Fabrizio Corona

Fiammetta Cicogna: chiudiamo Tamarreide se ritirano la patente a Fabrizio Corona

TAMARREIDE – Intervistata da Mondoreality.com sul suo passaggio dalla conduzione di Wild – Oltrenatura a quella di Tamarreide, Fiammetta Cicogna ha deciso di scherzare sul reality più discusso del momento: “E’ sempre uno studio della natura con la sola differenza che Tamarreide è essenzialmente una ricerca antropologica del genere umano”.

La conduttrice spiega come è nata l’idea di una docu-fiction sui tamarri italiani: “Ci siamo chiesti perchè la famiglia più tamarra dai telespettatori di tutto il mondo, cioè quella del Jersey Shore, fosse italo-americana. Ma perché il tamarro deve essere per forza italiano? Andiamo a cercare nella storia, attraverso il comportamento sociale dei ragazzi, perchè esistono i tamarri… chi sono, cosa fanno, i loro atteggiamenti da dove vengono fuori per la ricerca della verità”.

Ricordate la polemica della scorsa settimana, quando, durante la prima puntata, i tamarri hanno insultato la comunità gay, Fiammetta non ha dubbi: la mancata censura non è stata un errore. “Sarebbe solo una inutile ghettizzazione. Sono molto liberale su questo tema e ritengo che sia solo una forma di ipocrisia. Ormai è diventato quasi un luogo comune… se lo dicono tutti perché non dirlo in televione? Ma, poi che fastidio può dare… chi è omosessuale sa di avere determinate caratteristiche. D’altronde, è un documentario. I ragazzi sono stati scelti perchè genuini, veri, sinceri… sono fatti così ed è uno spaccato esistente e non inventato ad arte. Voglio che questo programma arrivi ai genitori e alle famiglie perchè questi ragazzi arrivano da crisi familiari molto forti e hanno bisogno di regole e amore per superarle. L’Italia è famosa, più che per la pizza ed il mandolino, per l’importanza della famiglia nella società. E’ bello riattivare un campanellino d’allarme per riflettere sul modo in cui vengono educati questi ragazzi”.

E se il Codacons chiede che il programma venga chiuso perché ritenuto diseducativo, Fiammetta ricorda ai telespettatori che non tutto ciò che vedono in tv è educativo. “Il giorno in cui non faranno più circolare Fabrizio Corona in macchina, allora noi decideremo di chiudere il programma perché le cose diseducative sono altre. Ritengo che sia un richiamo molto ma molto ipocrita penso che sia molto facile, invece, puntare il dito contro una docu-soap piuttosto che altre cose sicuramente più importanti. Non amo che ci facciamo passare come degli opinion leader da seguire che magari sono i veri cafoni e maleducati. I nostri ragazzi sono già etichettati come tamarri e non come fighi che dettano moda e tendenze. Non sono modelli da seguire ma solo uno spaccato che c’è”.