Gossip News » Primo Piano » Paolo Conticini: “Christian De Sica è un amico, il mio amore è Giada”

Paolo Conticini: “Christian De Sica è un amico, il mio amore è Giada”

PAOLO CONTICINI – Da anni, Christian De Sica e Paolo Conticini sono perseguitati dal pettegolezzo che li vorrebbe come amanti. Sull’argomento, qualche settimana fa, è tornato Christian De Sica che ha smentito di avere una relazione con il collega definendo la notizia una bufala. Sulla questione ha rilasciato un’intervista al settimanale Nuovo anche Paolo Conticini, attualmente impegnato nello show di Carlo Conti, “Tale e quale show“, in cui De Sica è giurato.

Che siamo amanti? Questa fregnaccia pazzesca mi è rimasta addosso da quasi vent’anni, da quando ho fatto ‘Uomini, uomini, uomini’, storia di quattro amici omosessuali, e sono diventato amico di Paolo. Tu pensa che i miei figli lo chiamano zio. Ieri sera eravamo a cena io, mia moglie, lui e la sua fidanzata”.

Conticini precisa che lui e De Sica sono solo amici e che a Christian lui deve molto: “Devo tutto a Christian, con il quale ho un’amicizia bella e profonda che dura da più di vent’anni. Lui è stato il mio maestro, quello che mi ha insegnato ad amare questo mestiere…”.

Racconta, poi, il rapporto ch lo lega a Giada, sua compagna da vent’anni: “Il segreto sta nel trovare la persona giusta con la quale creare una forte complicità. La convivenza è un’arte e noi siamo riusciti a trovare un’intesa dopo diversi anni. All’inizio discutevamo sempre per colpa dei nostri caratteri, molto diversi. Siamo spesso lontani per motivi di lavoro, ma la distanza, se non c’è una forte complicità e fiducia reciproca, non aiuta un rapporto”.

Lui e Giada si sono conosciuti sulle passerelle, in cui entrambi sfilavano: “Ci siamo conosciuti sulle passerelle, visto che eravamo entrambi modelli. Poi lei è rimasta nel settore dell’abbigliamento: si occupa delle vendite di un’importante casa di moda; mentre io ho scelto una strada diversa. Siamo andati a vivere insieme quasi subito e ci dividiamo tra Pisa, la nostra città, e Roma”.

Non pensano al matrimonio ma ad un figlio sì: “In questi anni non abbiamo mai sentito l’esigenza di sposarci. Piuttosto è arrivata l’ora di pensare a un figlio… Adesso che mi sento piuttosto realizzato professionalmente dal punto di vista professionale, mi piacerebbe diventare padre. E la nascita di un figlio sarebbe davvero una gioia immensa per noi!”.