Gossip News » Primo Piano » Fabrizio Corona rischia di perdere la patria potestà? Parla il legale

Fabrizio Corona rischia di perdere la patria potestà? Parla il legale

FABRIZIO CORONA – Oltre a dover subire il peso di una condanna pesante come quella che gli è stata inflitta dalla Corte di Cassazione per l’estorsione ai danni dell’ex calciatore della Juventus, David Trezeguet, Fabrizio Crona rischia di perdere qualcosa di molto più prezioso della libertà, la paternità del figlio Carlos. Il bambino che oggi ha dieci anni, è la persona più importante della vita di Fabrizio Corona, come ha confermato anche la mamma Gabriella. Perdere la patria potestà, potrebbe essere il colpo finale per distruggere definitivamente Fabrizio Corona.

Dell’argomento ha parlato l’avvocato Lorenzo Puglisi, presidente della SOS Stalking e fondatore di FamilyLegal: “Ai sensi dell’art. 330 c.c. il Tribunale per i Minorenni può dichiarare la decadenza della patria potestà qualora il genitore violi o trascuri, con grave pregiudizio del figlio, i propri doveri parentali. La cattiva condotta, tuttavia, deve essere cosciente e volontaria, pertanto a fondamento di un’eventuale richiesta dell’ex moglie o di un PM non basterebbe la carcerazione del genitore, ma andrebbero provate tutte le condotte, ascrivibili al Corona, che abbiano cagionato un grave pregiudizio al piccolo Carlos o che abbiano evidenziato un totale disinteresse del padre nei confronti del figlio”.

Fabrizio Corona, attualmente in carcere, incontrerà molte difficoltà nel suo ruolo di padre anche perchè Nina Moric ha già dichiarato che non porterà Carlos a trovare suo padre. Queste sono le dichiarazioni di Puglisi riguardo il diritto alla genitorialità per chi è in carcere: “Risulta un po’ difficile pensare che in soli sei colloqui al mese di un’ora ciascuno possa essere garantito il diritto alla genitorialità. Se poi aggiungiamo che sono molto frequenti anche i trasferimenti dei detenuti in comuni lontani dalla residenza di origine possiamo tranquillamente renderci conto di quanto sia difficile per un genitore continuare a svolgere il proprio ruolo dal carcere”.

Solo Fabrizio Corona sa se è stato un buon padre o meno per Carlos ma la cosa più ingiusta in questa vicenda è che Nina Moric neghi al figlio e al padre di incontrarsi e continuare a mantenere i rapporti. Nina Moric non vuole dare un trauma al figlio che a dieci anni ne ha già viste tante e che, forse, desidera solo continuare ad avere un padre. Questo diritto di Carlos e di Fabrizio Corona non dovrebbe negarlo nessuno.