Gossip News » Attualità » Nel 2015 i selfie hanno causato più morti degli squali

Nel 2015 i selfie hanno causato più morti degli squali

Tuhuong_sharkChe le possibilità di morire tra le fauci di uno squalo non siano particolarmente alte era cosa nota. Ma comunque capita (anche se c’è chi, come questo surfista, è riuscito a evitarlo a suon di calci e pugni in diretta tv). Più incredibile è pensare che nel corso del 2015 siano morte più persone a causa di un selfie!

Incredibili gallery come questa, sui selfie scattati poco prima di morire, rischiano di arricchirsi di anno in anno di nuove agghiaccianti fotografie. Quest’anno ben 12 persone sono morte a causa di un selfie, mentre “solo” 8 sono decedute a causa dell’attacco di uno squalo.

Naturalmente il pericolo non sta nel selfie in sé ma in cosa si è disposti a fare per rendere lo scatto particolarmente emozionante. Tra le tante storie riportate in questi mesi sulle pagine di cronaca nera spicca quella del turista giapponese 66enne morto mentre tentava di fotografarsi insieme a un amico sulle scale del Taj Maha. E che dire della vicenda della povera Anna, morta scattandosi un selfie su un ponte? E vogliamo parlare della turista deceduta per aver tentato di immortalarsi accanto a un elefante? Impossibile poi dimenticare il famoso video-selfie in cui un ragazzo viene colpito da un treno in corsa.

Insomma, si può morire a causa di un selfie. Ricordatevelo la prossima volta che vi sporgerete, vi butterete, vi immergerete, vi terrete in equilibrio o vi distrarrete per una manciata di like.