Leda e il cigno: scoperta clamorosa tra gli scavi della città di Pompei

Scavi di Pompei, ritrovato l’affresco Leda e il cigno
Leda e il cigno. Questo è il nome dell’affresco ritrovato nella città di Pompei durante i lavori di riprofilatura. Il ritratto,presente in una stanza da letto di una grande casa di “Via Vesuvio”, raffigura Leda, regina di Sparta, mentre viene ingravidata da Giove, trasformatosi in cigno. Massimo Osanna, il direttore del parco archeologico, dichiara che non è assolutamente la prima volta che viene ritrovato qualcosa in questa dimora. Infatti, gli addetti ai lavori hanno ritrovato all’ingresso della casa il ritratto di un priapo nell’atto di pesarsi il grande fallo. Quindi, non si esclude affatto che questa sia la dimora di un ricco commerciante che, per elevare il suo status, possedeva in casa affreschi che rappresentavano il rapporto con il mito greco.

Per tutte le notizie di attualità –> CLICCA QUI

Leggi anche –> Fabrizio Corona shock: tutta la verità su quei “rapporti con Lele Mora

Leggi anche –> Wanda Nara come non l’avete mai vista: lato B in primo piano

Scavi di Pompei, scoperta shock: è stato ritrovato l’affresco Leda e il cigno

Massimo Osanna, direttore del parco archeologico di Pompei, ha spiegato che durante i lavori di riprofilatura dei fronti di scavo, uno dei lavori finanziati, è stato rinvenuto l’affresco Leda il cigno. Secondo Osanna, infatti, questa è una scoperta “unica ed eccezionale” in quanto il mito di Leda e il cigno era molto diffuso in quella parte della città di Pompei, la casa infatti è in “Via Vesuvio”, ma non erano riusciti a trovare alcun collegamento. L’affresco è stato ritrovato in una stanza da letto dopo aver oltrepassato l’atrio della ricca dimora e il ritratto del priapo. Proprio per questo motivo, dichiara Osanna, che non potranno essere portati alla luce altri ambienti di questa casa esclusivamente per motivi di sicurezza. Si discuterà, infatti, se sarà più opportuno mostrare al pubblico i due affreschi in un luogo dove potranno essere salvaguardati.