Vieni da me: la storia di Alessia che ha commosso Cristina D’Avena

Alessia a Vieni da me
Vieni da me: la commovente storia di Alessia, la fan di Cristina D’Avena

La triste storia di Alessia che ha fatto piangere Cristina D’Avena
Alessia, una giovane e bellissima ragazza, che abbiamo già avuto modo di conoscere in un video mostrato ad una commossa Cristina D’Avena, ospite di Vieni da me lo scorso 29 novembre. Oggi è ospite di Caterina Balivo e racconta il dramma vissuto quando aveva appena nove anni. Proprio durante un momento difficile come la separazione dei genitori la piccola iniziò ad avvertire un tremolio alla gamba, al braccio e infine agli occhi. I medici le avevano diagnosticato solo un ginocchio discoide e anche mamma Giovanna credeva che sua figlia volesse solo attirare l’attenzione su di sé in quel momento così delicato per la sua famiglia. Solo quando svenne tutti dovettero ricredersi. Gli esami purtroppo diedero la diagnosi peggiore: tumore al cervello. Nonostante i rischi fossero altissimi, fu operata e ne rimediò ‘solo’ una gamba malandata. Non sapeva che i problemi non erano ancora finiti.

LEGGI ANCHE:–> Vieni Da Me, Paolo Conticini si confessa da Caterina Balivo: “Ero pieno di debiti”

Vieni da me: Alessia: gli episodi di bullismo a scuola e il ritorno della malattia

Dopo l’operazione la piccola riprese la sua vita quotidiana e ricominciò ad andare a scuola ma molti dei suoi compagni iniziarono a prenderla in giro per il suo strano modo di camminare. Dopo tre lunghi anni di scherno e cattiverie subite, Alessia ripiomba nell’incubo che aveva già vissuto. Il male era ritornato ma stavolta la giovane ragazza sapeva bene a cosa andava incontro. Sebbene le speranze dei medici fossero stavolta praticamente nulle, Alessia non smise mai di lottare e ora può godersi una vita normale. Ha accanto l’amore della sua famiglia e del suo fidanzato. L’abbraccio commovente tra la bellissima Alessia e la mamma ha fatto venire le lacrime agli occhi anche alla conduttrice Caterina Balivo che, visibilmente emozionata, ha salutato il pubblico a casa.