Elisabetta Gregoraci, Caterina Balivo, Vieni da Me: il gioco della cassettiera porta a galla delle foto sorprendenti della conduttrice.
Continua la programmazione delle puntate di Vieni da Me. Il salotto pomeridiano di Caterina Balivo non si è fermato durante le vacanze di Natale e Capodanno 2019. Grazie a delle puntate registrate in precedenza, infatti, il programma di punta della Rai ha mantenuto una buona percentuale di ascolti. La puntata di oggi, 2 gennaio 2019 di Vieni da Me, ha visto ospite di Caterina Balivo, Elisabetta Gregoraci.

Leggi anche –> Elisabetta Gregoraci in vasca da bagno: la schiuma non riesce a coprire tutto

Carriera Elisabetta Gregoraci: gli inizi

Inizia con Elisabetta il gioco della cassettiera con Caterina Balivo: “Da quando ero bambina io volevo fare questo lavoro. Prendevo la spazzola e la usavo come un microfono. Volevo ballare, presentare, condurre e avevo come mito Raffaella Carrà. Qualsiasi tipo di concorso vedessi, io mi iscrivevo. Mandavo lettere su lettere, ma mia mamma strappava tutto. Ero piccola, avevo 15 anni, ma una volta compiuti i 18 anni ho preso la mia strada”.

  • Per ulteriori news su Elisabetta Gregoraci, le sue ultime dichiarazioni e i migliori scatti fotografici –> CLICCA QUI

Foto Elisabetta Gregoraci Miss Italia: “Avevo 17 anni”

Parlando poi delle sue prime esperienze televisive, Elisabetta racconta a Caterina Balivo: “Il mio primissimo concorso di bellezza fu prima di Miss Italia. Avevo mandato il mio cv di nascosto ad una grande agenzia pubblicitaria. Loro mi presero, ma chiamarono a casa e mia mamma mi disse di no. Al contrario per Miss Italia, anche se avevo 17 anni, mi mandarono lo stesso”. Caterina Balivo, così manda in onda le immagini di quel momento condotto dall’indimenticabile Fabrizio Frizzi. Elisabetta è molto giovane, non sembra nemmeno lei. La domanda poi sorge spontanea, il papà era geloso di lei? “Mio padre era geloso di mia mamma, non di me – spiega la Gregoraci – Si prendevano ancora per mano e si baciavano dopo 36 anni di matrimonio. Quando siamo nate io e mia sorella, mia madre era preoccupata: pensava fosse geloso anche di noi. Invece era orgoglioso di noi”.