Tullio Solenghi a Vieni da Me si racconta con il gioco della cassettiera: tra vita privata e carriera.

tullio-solenghi-vieni-da-me

Come sempre Rai 1 ospita alle 14 l’appuntamento con Vieni da Me, il talk di Caterina Balivo. Tra i tanti ospiti di oggi troviamo Tullio Solenghi che si presta al gioco della cassettiera e l’attore inizia subito a raccontare degli esordi artistici e della vita privata.

Leggi anche: Vieni da Me, Massimo Lopez confessa: “Devo dire una cosa sconveniente”

Tullio Solenghi: “Non ho mai avuto molte donne”

Caterina Balivo e Tulio Solenghi iniziano il gioco della cassettiera e si comincia con la vita privata dall’attore: “Ai miei 18 anni mamma e papà mi regalarono la 500 rossa, non ho conquistato molte donne ero un po’ imbranato e facevo ridere, ma all’epoca non era un’arma vincente. Però mi sono divertito, aveva i sedili reclinabili diciamolo!”. Tullio Solenghi poi spiega che non ha avuto molte donne: “Facevo troppo ridere, se ne andavano”. Caterina Balivo poi lancia un filmato che ritrae Tullio Solenghi a Sanremo nei panni di San Remo, un momento molto comico del Festival con Massimo Lopez e Anna Marchesini: “Sono stato l’unico a fare veramente San Remo”.

Tullio Solenghi, Lisistrata: la commedia in Sicilia

Solenghi poi racconta di aver imitato per anni Paolo Villaggio nei panni di Fantozzi: “L’ho conosciuto, io ho fatto 7 anni di teatro classico poi mi sono deviato nel cabaret proprio come lui. Villaggio nel teatro classico, come me, non ebbe successo”. Oggi Solenghi è nei panni di regista nella commedia Lisistrata a Siracusa e Caterina chiede se bacchetta i suoi attori: “Sul lavoro sono rompi***i perché io odio l’approssimazione. Per cui quando mi hanno affidato questa regia ho capito che era impegnativo, ma è molto bello, tanto per cominciare per la location visto che siamo al Teatro Greco di Siracusa e poi passando per il soggetto, una commedia che adoro”. Massimo Lopez farà un cammeo nella commedia.

Vieni da Me, Tullio Solenghi e Anna Marchesini

Negli altri cassetti sbucano poi degli oggetti che ricordano a Solenghi l’incontro con Anna Marchesini: “Quel giorno dovevo andare in RAI per un varietà, c’era un’impalcatura dove lavoravano degli operai e ho sentito cadere dall’alto qualcosa. Era una chiave inglese che mi è caduta a un centimetro. Sono andato in Rai tremando e vedo Anna che se ne stava un po’ per i fatti suoi e sento questa voce strepitosa. Da quel momento è nata una bellissima amicizia e poi due anni dopo è iniziata la collaborazione artistica”.

Per ulteriori curiosità su Vieni da Me —> CLICCA QUI

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore