Gossip News » Curiosità » Steve Jobs: commovente discorso su vita e morte ai laureati di Stanford – VIDEO

Steve Jobs: commovente discorso su vita e morte ai laureati di Stanford – VIDEO

STEVE JOBS – Alle prime luci dell’alba, anche a noi italiani giunge la tragica notizia: Steve Jobs, padre fondatore della Apple, è morto. Per ricordarlo non servono i discorsi di circostanza e i ricordi di chi lo ha conosciuto, dei colleghi e degli amici: bastano le sue stesse parole. Eccovi un video del commovente e illuminante discorso che Jobs ha fatto ai neo laureati dell’Università di Stanford nel 2005.

Tra divertenti aneddoti sulla sua vita, sul suo ingresso nel mondo da adottato, sui suoi studi e sulla nascita della società che lo avrebbe reso uno degli uomini più conosciuti, potenti e ammirati in tutto il mondo, il fondatore della Apple dice la sua anche sulla morte.

Ecco i punti salienti del suo lungo discorso (che trovate in versione integrale e sottotitolata in italiano nel video in fondo all’articolo):

Quando avevo 17 anni lessi una citazione che suonava così: ‘Se vivrai ogni giorno come se fosse l’ultimo, sicuramente prima o poi avrai ragione’. Mi colpì molto, e da allora per i successivi 33 anni, mi sono guardato ogni mattina allo specchio chiedendomi ‘Se fosse l’ultimo giorno della mia vita, vorrei fare quello che sto per fare oggi?’. E ogniqualvolta la risposta è ‘No’ per troppi giorni di fila, capisco che c’è qualcosa che deve essere cambiato. Ricordarmi che morirò presto è il più importante strumento che io abbia mai incontrato per fare le grandi scelte della mia vita. Perché quasi tutte le cose – tutte le aspettative, tutto l’orgoglio, tutti gli imbarazzi e i timori di fallire – semplicemente svaniscono di fronte all’idea di morte, lasciando solo quello che è davvero importante.

Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario.