Gossip News » Attualità » Bossi: il figlio condannato per gavettoni alla candeggina

Bossi: il figlio condannato per gavettoni alla candeggina

BOSSI JR – Quando si parla del figlio di bossi tutti pensano automaticamente al cosiddetto Trota, ma stavolta a far parlar di sé è  il fratello minore di Renzo, il 21enne Roberto Bossi.

Il figlio del senatur è infatti stato condannato dal giudice di pace di Gavirate a risarcire per danni morali e biologici per un totale di 1400 euro un militante di Rifondazione Comunista, Luigi Schiesaro, per avergli tirato un gavettone alla candeggina nel marzo 2010.

Il fattaccio accadde il giorno prima delle elezioni amministrative a Laveno Mombello dove il militante 47enne stava affiggendo dei manifesti negli spazi elettorali già tappezzati dai cartelloni della Lega. Bossi jr è comparso all’improvviso in compagnia di un amico a bordo di una Fiat Ulisse e ha lanciato insulti e gavettoni pieni di candeggina all’uomo, provocandogli un’irritazione al volto. Poi lo stesso Roberto aveva chiamato le forze dell’ordine dicendo di essere stato colpito dall’asta di una bandiera e dando il via, così facendo, alle indagini e al processo che è durato più di un anno.