Gossip News » Primo Piano » Francesco Arca e Anna Safroncik: è nato l’amore

Francesco Arca e Anna Safroncik: è nato l’amore

FRANCESCO ARCA E ANNA SAFRONCIK – Francesco Arca, presto di nuovo in tv nei panni del commissario Pietro Piano nella nuova serie del commissario Rex, è stato intervistato dal settimanale Nuovo a cui ha raccontato la sua nuova esperienza in tv ma anche la sua vita privata. Da mesi, girano voci di un flirt tra Francesco Arca e Anna Safroncik, incontrata sul set de Le tre rose di Eva.

“È nato un rapporto molto bello, fatto di reciproca stima. Non amo mettere in piazza i miei sentimenti, che siano di amicizia o d’amore. Anna è una donna bellissima e intelligente, il nostro rapporto è in piena evoluzione. Lei ora è lontana da me, è impegnata sul set di un nuovo lavoro. Io sono a Roma per girare Il commissario Rex. Però ci sentiamo spesso per telefono e tutte le volte che ci parliamo proviamo un immenso piacere”.

Non poteva mancare il riferimento a Laura Chiatti, ex fidanzata dell’ex tronista di Uomini e Donne: “Nessun rimpianto anche in questo caso. D’altronde si sa che non tutte le storie sentimentali finiscono in gloria. Tra me e Lauretta, io l’ho sempre chiamata così, tutto è filato per il meglio fino al giorno in cui abbiamo dovuto constatare che l’amore e la passione erano finiti. E ci siamo lasciati. Una volta separati, però, siamo rimasti grandi amici: una dote che mi riconosco è quella di saper coltivare l’amicizia con tutte le mie ex e continuare a frequentarle, anche se l’amore non c’è più. È successo con Lauretta e anche con Anny Centis, l’ex modella con cui mi ero fidanzato dopo la fine della storia con Laura Chiatti”.

Il suo sogno è quello di trovare il grande amore con cui mettere su famiglia: “Sono molto attaccato ai miei genitori, dai quali ho ereditato i veri valori della vita, e a mia sorella, Consuelo, che ha dieci anni più di me e lavora in un negozio di Siena. Per questo motivo sogno anche io di mettere su famiglia e di avere presto un figlio. Credo nel grande amore e, a dispetto dell’etichetta di sciupafemmine che mi è stata affibbiata, quando sto con una donna non ho occhi che per lei. Chiaramente il mio sogno di avere una moglie e un figlio va conciliato con il mio carattere. Vivo momenti un po’ da rivoluzionario, nei quali mi lascio trasportare dal mio istinto di zingaro. Mi porta a saltare sul primo treno che sfila davanti per andare a conoscere luoghi e persone diversi. Il giorno in cui mi fermerò, mi impegnerò con tutto me stesso per mettere su famiglia”