Gossip News » Primo Piano » Francesco Totti dice no ai Mondiali di calcio

Francesco Totti dice no ai Mondiali di calcio

Francesco Totti nell’intervista rilasciata a Maurizio Costanzo nel suo programma S’è fatta notte si racconta a cuore aperto. Ecco quello che dichiara sulla sua storia d’amore con Ilary Blasi e sul calcio.

francesco totti e ilary blasiFrancesco a Maurizio Costanzo “Il terzo figlio? È imminente. Maschio o femmina è indifferente, tanto ormai con Ilary la coppia l’abbiamo fatta

Il capitano della Roma, riguardo a un sogno ancora irrealizzato, ha detto “C’è un sogno che sto ancora rincorrendo e spero non sia impossibile da realizzare ed è quello di vincere la Champions League. Sarebbe il coronamento di tutto, ma i tempi sono ristretti”. Poi Maurizio Costanzo gli ha chiesto i nomi della sua squadra ideale e ha risposto “La squadra ideale in cui mi sarebbe piaciuto giocare? Buffon in porta, poi difesa a tre con Maicon, Samuel e Candela, a centrocampo De Rossi, Xavi e Iniesta, poi io, Cristiano Ronaldo, Messi e Ibrahimovic. Costosa? Problemi del presidente, un pò sbilanciata forse, sicuramente bella e soprattutto impossibile”.

Per quanto concerne i prossimi Mondiali di calcio, che si terranno in Brasile la prossima estate, ha dichiarato “Non penso che andrò ai Mondiali, per scelta e perché credo che Prandelli ha già deciso l’organico da portare. A me non ha mai detto niente, ma non giudico nessuno, io rispetto tutti. Della Roma andrà De Rossi, e forse Florenzi, vedremo».

Durante l’intervista esprime la sua stima verso l’allenatore romanista Garcia e ricorda l’ammirazione verso l’ex calciatore della roma GianniniEra il mio idolo, lo vedevo come capitano e bandiera della Roma. Mi identificavo e speravo un giorno di diventare come lui. Dopo fortunatamente ci sono quasi riuscito…”. L’unica nota dolente è quella sulla sua privacy negata “L’unica cosa a cui sono insofferente è la vita privata, non ho la possibilità di girare tranquillamente, e un pò mi manca non fare una passeggiata in centro o dover entrare al cinema quando le luci sono già spente. Da un lato sono orgoglioso dell’affetto della gente, però ci sono alcuni momenti in cui vorrei essere invisibile, fare tante cose senza esser visto da nessuno. Tuttavia non ho mai pensato di andare a vivere in un’altra città”. Che dire? Questo è il prezzo della fama, ci può stare.